0
0
0
s2smodern

Polizia Municipale auto con sfondo piazza Garibaldi BELLAIl competente Servizio del Comune di Parma ha disposto, con provvedimento amministrativo ai sensi dell’art. 22 del D.lgs. n. 114/1998, la sospensione per quindici giorni, decorrenti dal 12 ottobre 2017, dell’attività di un esercizio commerciale etnico operante nell’area di Via Raffaello.
Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’accertamento, da parte degli ispettori del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’AUSL di Parma, di gravissime violazioni in ambito igienico-sanitario, che hanno determinato, a carico dell’esercente, il sequestro sanitario di una notevole quantità di generi alimentari e il deferimento all’autorità giudiziaria.
Nello specifico, l’attività in questione deteneva, per la vendita, 70Kg di merci in evidente cattivo stato di conservazione e prive di etichettatura ai fini della rintracciabilità, idonei ad arrecare pericolose conseguenze per la salute pubblica.
Inoltre, a seguito di verbalizzazione della Polizia Municipale, è stata disposta la cessazione dell’attività per la parte non autorizzata, nei confronti di un esercizio commerciale di Via Trento, che aveva ampliato abusivamente la superficie di vendita rispetto a quanto consentito, così violando le disposizioni interne e comunitarie in materia di tutela della concorrenza.

Sostieni Rossoparma con una donazione