0
0
0
s2smodern

ZFoto Schermata del 2017 04 21 15 18 14Quando una vita umana vale meno di qualche euro di manutenzione: è di questo che stiamo parlando, al netto delle opportune versioni spalmate in giro dall’Ufficio Stampa del Comune di Parma.
Essenzialmente la questione è questa: i sottopassi determinano un azzeramento della probabilità di essere investiti. Non ve n’è neanche una. Ma hanno costi vivi per il Comune: telecamere per la sorveglianza, adeguamenti che accolgano la giusta voglia di parità negli spostamenti delle persone disabili, spese di manutenzione e di pulizia.
Il passaggio pedonale sulle strisce invece non ha di queste problematiche, ma aumenta moltissimo la possibilità che l’esito dell’attraversamento sia infausto. Non c’è settimana che Iddio mandi in terra che sul nostro territorio un pedone venga investito.
Il Comune di Parma cosa fa? Sceglie i soldi. Così ecco che è stato chiuso il sottopasso Calatafimi, che consentiva a molti anziani del Molinetto di raggiungere i negozi e i bambini le scuole in autonomia, e ora si punta a quello dello Stradone, come viene chiamato affettuosamente viale Martiri dai parmigiani.
Il tema dei costi è l’unico che venga recepito da questa amministrazione, capace di spendere il gruzzoletto risparmiato sulla sicurezza stradale in “big” della canzone buoni giusto per fare delle foto pre-elettorali. Perciò noi il comunicato sui lavori di fronte alla Provincia di Parma lo pubblichiamo, ma almeno vi risparmiamo la presa per il culo del far finta di non vedere, di non capire. Si rende meno appetitosa una soluzione per prepararsi ad eliminarla, tutto lì.
Riceviamo dal Comune di Parma e pubblichiamo:

Sullo stradone un nuovo attraversamento pedonale protetto, iniziano i lavori

Parma, 21 aprile 2017. in riferimento all’esigenza di procedere nella comunicazione del cantiere che dal prossimo 26 aprile inizierà il cantiere sullo stradone Martiri della Libertà, in prossimità dell’intersezione con strada XXII Luglio, per la realizzazione di un nuovo attraversamento pedonale protetto, dotato di impianto semaforico, che prevederà l’istituzione di restringimenti di carreggiata.
Il cantiere garantirà sempre il doppio senso di circolazione, anche se parzializzato su una sola corsia per senso di marcia. A causa dei forti flussi di traffico potrebbero verificarsi code e per questo motivo verrà attuato un piano di segnalamento che indicherà il possibile disagio.
Il termine presunto del cantiere è fissato per fine maggio.
In allegato l'ordinanza di modifica temporanea alla viabilità e la planimetria del piano di segnalamento.

Segui le dirette di RossoParma
su Periscope!

@RossoParma