0
0
0
s2smodern

Polizia di Stato unita cinofilaNell’ambito del programma dei “servizi straordinari antidroga nelle scuole” disposti dal Questore di Parma, ieri mattina 15 febbraio 2017, è stata effettuata un’accurata attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi di istituti scolastici del centro cittadino ed alle aeree verdi limitrofe notoriamente frequentate dai giovani studenti.
Nello specifico il controllo è stato indirizzato presso i seguenti istituti scolastici: il Centro Italiano Opere Femminili Salesiane di Piazzale San Benedetto, l’Istituto “Giordani” di Via Lazio, gli Istituti “Ulivi” e “Romagnosi” di Via Maria Luigia e l’Istituto “Rondani” di Piazzale Rondani. Sono stati infine controllati l’Istituto “Iacopo San Vitale” di Piazzale Santa Flora, l’ITIS “Bertolucci” di Via toscana e l’IPSIA “Levi”in Piazzale Sicilia.
Il servizio antidroga, diretto dal dirigente l’UPGSP e coordinato all’esterno dal Sost. Comm. Giampiero Iacoboni, ha visto l’impiego di un articolato contingente composto da un’unità cinofila antidroga della Questura di Bologna, quattro pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, una pattuglia della Guardia di Finanza e due equipaggi della Polizia Municipale di Parma, che ha proceduto ai controlli in prossimità delle scuole sin dalle ore 07: 30, espandendoli nelle ore successive alle vicinissime aree verdi urbane quali il parco “Falcone – Borsellino”, “Parco Pellegrini” ed in fine al “Parco Martini”.
All’interno del primo parco, durante l’ispezione delle aiuole con l’ausilio del cane Jago, sono stati rinvenuti e sequestrati a carico di ignoti, 7.5 grammi di sostanza stupefacente di tipo Hashish che si trovava nascosta nei pressi di una panchina.
I controlli sono poi proseguiti all’interno del parco “Martini” di Via Grenoble dove, grazie al perfetto coordinamento interforze è stato tratto in arresto un cittadino extracomunitario per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nello specifico, nel corso dell’attività di controllo del parco, una pattuglia della Guardia di Finanza ha segnalato alle altre unità che erano all’interno dell’area verde un soggetto sospetto di colore che alla vista delle Forze dell’Ordine si allontanava precipitosamente, gettando a terra un involucro. Prontamente intercettato dagli altri agenti, il ragazzo datosi alla fuga è stato quindi inseguito per le vie cittadine fino all’interno di uno stabile privato nei pressi di via Emilia Est dove aveva tentato di nascondersi, continuando durante la corsa a gettare a terra altri involucri che custodiva nelle tasche.
Inseguito dal coordinatore del servizio, grazie all’ausilio di una volante accorsa immediatamente in ausilio, il giovane veniva fermato e tratto in arresto dopo una breve colluttazione avuta con gli agenti ai quali ha opposto resistenza sferrando loro calci e pugni nel tentativo di sottrarsi al controllo. Portato negli uffici della Questura il giovane è stato sottoposto a perquisizione personale e rilievi foto-dattiloscopici che hanno permesso di identificarlo per A.V., classe ’98, residente in provincia di Rieti, titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, pregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti già tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio nel mese di ottobre scorso. A seguito della perquisizione personale sono stati rinvenute e sequestrate alcune banconote del valore complessivo di 70 euro e due telefoni cellulari utilizzati verosimilmente per l’attività di spaccio.
Gli involucri che l’uomo ha gettato a terra nel tentativo di sbarazzarsene, sono stati recuperati e sottoposti a sequestro rivenendo al loro interno la presenza di sostanza stupefacente di tipo marijuana del peso complessivo di 15.4 g.
A.V. tratto in arresto per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio e per il reato di resistenza a P.U. è attualmente in attesa di giudizio con rito direttissimo previsto per oggi 16 febbraio presso il Tribunale di Parma.

Sostieni Rossoparma con una donazione