0
0
0
s2smodern

Polizia di Stato 113Alle 3.30 della notte del 13 novembre una Volante della Questura di Parma è intervenuta presso il pub Jamaica in Via Reggio, dove era stata segnalata una lite all’ingresso.
Giunti sul posto, l’addetto alla sicurezza del pub ha dichiarato agli agenti che verso le 2.40 si era presentato all’ingresso del locale un uomo chiaramente ubriaco, chiedendo di entrare ma, proprio per lo stato di alterazione alcolica, gli aveva vietato di entrare.
“Il predetto -prosegue la nota della Questura che pubblichiamo -, anziché allontanarsi, ha iniziato a litigare con un gruppo di ragazzi davanti al locale, in quanto, con atteggiamenti aggressivi, ha fatto apprezzamenti volgari ad un ragazza del gruppo. Quindi l’addetto alla sicurezza si è avvicinato ed ha separato i litiganti, facendo entrare nel locale il solo gruppo di giovani. Trascorsi pochi minuti l’uomo ha ritentato di entrare nel locale ed in quel momento l’addetto alla sicurezza si è accorto che, nascosto sotto agli abiti, questi aveva un oggetto infilato nella cinta dei pantaloni ed aveva chiamato il 113”.
Gli agenti hanno identificato l’uomo per A.S., 34enne pregiudicato e regolarmente residente in provincia di Ancona.
Sottoposto a perquisizione personale, questi è stato trovato in possesso di un grosso coltello da cucina di circa 30 cm., immediatamente sottoposto a sequestro, e quindi indagato in stato di libertà per porto ingiustificato di arma e segnalato alla locale Prefettura per ubriachezza molesta ai sensi dell’art. 688 C.P. depenalizzato.
Nei suoi confronti è stata inoltre avviata la procedura per l’applicazione di un’idonea misura di prevenzione.

Sostieni Rossoparma con una donazione