0
0
0
s2smodern

ZFoto Elisa Pavarani omicidio

AGGIORNAMENTO: è stato catturato e quindi arrestato il presunto responsabile dell'accoltellamento di Elisa, l'ex fidanzato Luigi Colla.

E' già stato interrogato, ma gli inquirenti mantengono sulla vicenda il più assoluto riserbo. E' da dire che sul caso non aleggiano particolari dubbi: la giovane donna, residente a Sala Baganza, è stata rinvenuta cadavere nell'appartamento di lui. Colla è stato rintracciato in una strada di Parma, ed ora si trova in via Burla.

LA NOTIZIA: Non c'è fine all'inaudito, in questa dannata città: ieri sera, erano circa le 21, Luigi Colla, 42enne parmigiano, ha assassinato l'ex fidanzata Elisa Pavarani, anch'essa una nostra concittadina, di 39 anni.

Un litigio, e quindi le coltellate.

L'omicidio è avvenuto nella casa di lui, in zona via Sidoli.
L'uomo si è dato alla fuga, ed è ora caccia all'uomo.
La coppia si era divisa da un paio di settimane, e a quanto ci hanno riferito alcuni conoscenti (dato ovviamente da verificare, quindi lo registriamo con riserve) la cosa si stava svolgendo in modo piuttosto pacifico. Le riserve chiaramente non sono relative alla sincerità delle fonti quanto rispetto al grado di conoscenza reale che oggi si può avere di un conoscente.

 

ZFoto Elisa Pavarani Luigi CollaLe forze dell'ordine stanno svolgendo indagini, e ci atterremo alle loro indicazioni nel prossimo futuro.

I CARABINIERI DI PARMA RACCONTANO: “Verso le ore 20.30 del 10 settembre 2016, a seguito di comunicazione telefonica ricevuta dalla centrale operativa dei Carabinieri di Parma, militari dell’omonima Compagnia CC sono intervenuti in un appartamento sito in largo Guido Carli 61, ove poco prima personale del 118 aveva rinvenuto il corpo senza vita di PAVARANI Elisa, 39enne operaia di Sala Baganza, nubile.
Sul posto, appurato che la donna era stata uccisa con alcune coltellate, veniva quindi inviato anche personale specializzato del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale della città ducale, per l’esecuzione degli indispensabili accertamenti tecnico-scientifici (unitamente al medico legale) nonché delle indagini che, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Parma, venivano indirizzate a ricostruire la vita della vittima e ad individuare le persone in grado di riferire circostanze utili.
Di particolare interesse era sin dall’ inizio la figura dell’ex convivente della vittima, COLLA Luigi, 42ene operaio, proprietario dell’abitazione teatro dell’efferato fatto di sangue, che non veniva trovato nell’ immediatezza dei fatti. Avevano quindi inizio subito le sue ricerche, svolte in vari luoghi della città, che consentivano alla fine di rintracciare l’uomo in piena notte su una via pubblica.
Condotto in caserma, nei suoi confronti venivano eseguiti una serie di accertamenti, a seguito dei quali emergeva la sussistenza di gravi indizi per la commissione dell’omicidio della PAVARANI, risultato causato da contrasti di natura personale, per cui il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Parma ne disponeva il suo fermo.
Il COLLA veniva quindi associato alla Casa Circondariale di Parma per i successivi adempimenti di legge. Si rimanda alla mattina di lunedì 12 settembre per ulteriori notizie sull’ evento in un eventuale incontro con gli organi di informazione”.

Sostieni Rossoparma con una donazione