0
0
0
s2smodern

Carcere Garante regionale Desi Bruno"RITARDI SU ISTANZE DEI RECLUSI CAUSANO SOFFERENZE IN AUMENTO". (DIRE) Reggio Emilia, 11 lug. - La Garante regionale delle persone private della liberta' personale Desi Bruno si schiera con il coordinamento regionale delle Camere penali dell'Emilia-Romagna, che ha indetto uno sciopero degli avvocati penalisti per mercoledi' e giovedi' con manifestazione regionale a Bologna dopodomani contro "la situazione gravissima e insostenibile nella quale versa ormai da troppi anni il Tribunale di sorveglianza di Bologna".

Come scrivono i rappresentanti di tutte le Camere penali locali nella delibera con cui sanciscono l'astensione, infatti, la condizione del Tribunale "comporta pesanti ricadute sul diritto di difesa, ormai ampiamente menomato, e sui diritti delle persone coinvolte in procedimenti di competenza della magistratura di sorveglianza, soprattutto in relazione agli inaccettabili ritardi che si riscontrano anche nella decisione di istanze di semplice risoluzione, come quelle di riabilitazione". Inoltre, proseguono gli avvocati, "non sono meno gravi i ritardi nella decisione di istanze volte ad ottenere misure alternative alla detenzione di soggetti liberi, con ingiustificata attese di anni e anni nella definizione dei procedimenti". Proprio a questo fa aspetto fa riferimento Desi Bruno per motivare la sua condivisione del dissenso dimostrato dai penalisti: "I ritardi nelle decisioni su reclami e istanze mi e' stato segnalato da detenuti e ristretti di tutta l'Emilia-Romagna con numerose lettere collettive", commenta la figura di garanzia dell'Assemblea legislativa. "L'insufficienza dell'organico- aggiunge- ha comportato ai detenuti sofferenze in preoccupante aumento, nonostante l'impegno del magistrato supplente a fare fronte a una situazione critica e che presenta realta' difficili come la Casa lavoro di Castelfranco, le due Rems e il reparto ad Alta sicurezza di Parma". (Cai/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione