0
0
0
s2smodern

Cocaina sacchettoDalle prime ore di questa mattina e' in corso una vasta operazione antidroga tra Emilia-Romagna, Lombardia e Toscana, condotta contro un'associazione arabo-albanese specializzata nel traffico di cocaina. A guidarla sono i Carabinieri di Ferrara, che assieme ai colleghi di Bologna, Modena, Parma, Brescia, Mantova, Firenze, Pisa e Pistoia stanno eseguendo 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Bologna su richiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo emiliano. L'operazione 'Sottobosco', fanno sapere i militari, arriva al termine di un'indagine avviata nel 2016, che ha permesso di scoprire l'organizzazione smantellata oggi, che importava cocaina dall'Olanda. I dettagli del blitz, nell'ambito del quale sono state eseguite anche delle perquisizioni, saranno illustrati alle 11.15 in conferenza stampa a Ferrara. (Ama/ Dire)

IL COMUNICATO DEI CARABINIERI:

Attività investigativa scaturita a seguito di una denuncia presentata dai genitori di un giovane fatti oggetto di estorsione da parte della propaggine ferrarese di una più vasta organizzazione.
«Alcuni degli spacciatori di mio figlio – ha dichiarato - li abbiamo visti in faccia, sanno dove abitiamo e che autovetture abbiamo, e temiamo fortemente per la nostra incolumita'. qualche giorno fa abbiamo subito il danneggiamento dell'autovettura che era parcheggiata sulla pubblica via di fronte casa nostra. ignoti in quella circostanza hanno tagliato due gomme. vediamo questo episodio come intimidatorio nei nostri confronti e temiamo fortemente che qualcuno possa farci del male.»
«Rappresentiamo che entrambi – ha aggiunto - abbiamo gia’ provveduto a saldare altri debiti per droga acquisiti da nostro figlio nei confronti di spacciatori, alcuni dei quali si sono anche recati a casa nostra cercando Damiano con il pretesto di dovergli consegnare qualcosa di personale. il valore dei debiti precedentemente accumulati da nostro figlio nei confronti di spacciatori era molto alto. il nostro timore e’ che possa accadere qualcosa a noi ed ai nostri congiunti.»

ZFoto volantino Schermata del 2018 07 03 18 07 13Associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti
Dispositivo dell'art. 74 Testo unico stupefacenti

1. Quando tre o più persone si associano allo scopo di commettere più delitti tra quelli previsti dall'articolo 70, commi 4, 6 e 10, escluse le operazioni relative alle sostanze di cui alla categoria III dell'allegato I al regolamento (CE) n. 273/2004 e dell'allegato al regolamento (CE) n. 111/2005, ovvero dall'articolo 73, chi promuove, costituisce, dirige, organizza o finanzia l'associazione è punito per ciò solo con la reclusione non inferiore a venti anni.

2. Chi partecipa all'associazione è punito con la reclusione non inferiore a dieci anni.

Sequestri operati durante l’attività di indagine

Durante l’indagine sono state documentate una serie di transazioni illecite (sempre nell’ordine di chilogrammi) relative a cospicui quantitativi di cocaina introdotta nel territorio nazionale e destinata ad alimentare i grossisti operanti in Emilia Romagna, Toscana e Lombardia. Durante l’attività investigativa sono stati sequestrati oltre 7 chilogrammi di cocaina.
30/06/2006 Grosseto 100 grammi cocaina
17/09/2016 Bologna 230 grammi cocaina
09/01/2017 Santa Maria a Monte (PI) 1,300 chilogrammi cocaina
16/01/2017 Salò (BS) 2,500 chilogrammi cocaina
14/02/2017 Neviano degli Arduini (PR) 2,000 chilogrammi cocaina
07/04/2017 Neviano degli Arduini (PR) 585 grammi cocaina


L’atteggiamento degli appartenenti all’associazione è sempre stato caratterizzato da una spiccata propensione alla violenza.
D: sh, lì a Bologna come vanno?

M: eh, sono andato lì, forse a lui non è successo niente, vuole fare il furbo, ma non ti preoccupare gli porto la gente che glieli fa uscire (i soldi ndr)

D: si?

M: se no gli rapiscono il suo bambino, che c’è sempre lì

D: si? M: non ti preoccupare.
D: che cosa succede?

E: oh, c'è un figlio di puttana che non vuole darmi 10 mila

D dove?

E: vieni dietro.
E:"sai che ha portato con lui quelli cattivi proprio", "giuro che lo ammazzano, poi mi hanno detto dai dammi tutto... giuro che lo ammazzano, l'altro giorno gli avevo detto di non scherzare, ma loro non scherzano mica, comunque hanno pure i loro attrezzi in macchina".

Sostieni Rossoparma con una donazione