0
0
0
s2smodern

Parma Unita presentazione liste Ghiretti parlaSorriso sornione nel presentare i suoi ragazzi, muso duro nella parte iniziale, quella in cui ha risposto alle critiche di Lega, Pizzarotti e marionette di direttori di testate un tempo lette, ormai platealmente orientati al sostegno pro-Lega.
“In queste settimane – ha esordito Roberto Ghiretti in piazza della Steccata - mi sono ritrovato mio malgrado al centro di attacchi e polemiche, che devo dire mi hanno piuttosto sorpreso. Soprattutto perché provenenti da persone sedicentemente di sinistra, che a sinistra però nessuno conosce, o da persone come Laura Cavandoli. Capite bene che farmi fare la morale dalla candidata di un partito che ha una tale sfilza di indagati e arrestati è abbastanza dura. Sono un po’ sorpreso anche perché quando è venuta a cercare un accordo elettorale nel mio Studio, non ho avuto l’impressione avesse una cattiva opinione di me. Me ne rammarico ma me ne farò una ragione”.
“Lé, ciapa su...bella mattinata”, viene da pensare di fronte ad un esordio tanto “strong” del Consigliere uscente, circondato da sostenitori e microfoni dei cronisti.
“Gli attacchi di Pizzarotti – prosegue serafico - nemmeno li considero: è solo un poverino disperato di fronte alla possibilità di dover tornare a lavorare. Capisco che per evitare quello sia disposto a dichiarare qualsiasi cosa, ma anche in questo caso capirete bene che è dura farmi fare la morale da uno indagato per l’alluvione, che mentre il Baganza andava su e mentre moltissimi parmigiani rischiavano di morire affogati postava sul profilo Facebook le proprie cose. Peraltro questo è il mio “carichi pendenti”, lo chiamano 335: che lui esibisca il suo. E lo dico con serenità: ci sono io, la mia storia, ho fatto il mio percorso, e adesso sono qui per un motivo che vi dico velocemente. Tutte queste polemiche, per come sono state fatte per sviare come sempre l’attenzione sulle cose che si dicono, come le 6.500 firme per la raccolta intelligente della spazzatura e tanto altro”.
Parma Unita presentazione liste GRUPPOAl suo fianco Pellacini e Pezzuto, capolista, ma anche tanta gente che per ora non sappiamo minimamente chi sia (che poi è la parte divertente delle campagne elettorali, se vogliamo).
“E tutto per cosa – prosegue intanto Ghiretti -? Per evitare che si parli di questo, e cioè del fatto che ci sono dei ragazzi, giovani e meno giovani che siano, che hanno il sorriso, che si vogliono impegnare, che hanno qualcosa da dire, e che lo fanno gratuitamente, come ho fatto io in questi anni. Io ho rinunciato a gettoni e benefit, mentre il signor Pizzarotti aveva promesso dimezzamenti di stipendi e quant’altro, e alla fine invece ci costa come un emiro a mandarlo in giro per il mondo. Dobbiamo concentrarci invece su questi ragazzi, che vengono dall’associazionismo, dal mondo del lavoro, dal sociale, dallo sport. Sono loro il futuro: io e Beppe non vogliamo fare l’errore purtroppo commesso da Ubaldi, e non lo dico con critica ma come qualcosa che invece è importante da capire. Finito lui, finito tutto il movimento: il civismo però è un valore assoluto, è importante e per Parma è una fiaccola. Siamo qui per questo, per portare avanti un civismo serio, concreto e davanti agli occhi di tutti. Mi sono messo 32° perché il futuro sono loro: non sono qui per rivendicare un passato, ma per rivendicare un futuro.
Un futuro prima di tutto per questa città e poi per una politica che deve tornare ad unire ed aggregare piuttosto che rimanere ancorata a vecchi schemi e steccati di cui davvero oggi sente il bisogno. Saremmo stati capaci davvero di interpretare un rinnovamento nel costruire? Confrontate i nomi delle tre liste che sosterranno Scarpa con quelle del passato. Sono liste belle, di gente che in moltissimi casi è alla prima esperienza in politica. Tutte. La nostra, quella del Pd, quella del candidato Sindaco. Sono liste messe a punto da persone che credono davvero che la politica sia prima di tutto mettersi al servizio della propria comunità”.
Parma Unita presentazione Fabrizio Pezzuto capolistaLa parola passa quindi a Giuseppe Pellacini, che analizza i 5 anni di Pizzarotti dal punto di vista del gradimento dei cittadini, soprattutto in materia di sicurezza e degrado.
Ad ascoltare tutto una vasta fetta di quei “ragazzi” citati da Ghiretti, che verranno capitanati dal capolista Fabrizio Pezzuto. Molte donne, molti 35-44 (categoria anagrafica da report di Facebook), pochi volti noti. A loro il compito innanzitutto di creare l’amalgama, e secondariamente di “esistere in quanto tali”: in una città storicamente ed attualmente composta da cortigiani, il loro essere individui in un gruppo paritetico sarebbe già in sé stessa una sorta di rivoluzione normale. Il sospetto è che i parmigiani gradirebbero particolarmente.
GUARDA L’INTERVENTO DI STAMANE DA PIAZZA DELLA STECCATA

 

Parma Unita presentazione Fabrizio Pezzuto capolista ILISTA PARMA UNITA – CENTRISTI

1. Pezzuto Fabrizio
2. Alberici Marco
3. Baroni Giovanni
4. Bassi Claudio
5. Bianchi Stefano
6. Bonoldi Elvira
7. Caltabiano Alfredo
8. Carattini Benedetta
9. Catalano Fabio
10. Davoli Claudio
11. Del Tufo Vittorio
12. Ferri Gian Marco
13. Fochi Massimo
14. Galasso Ettore
15. Ghini Luca
16. Guarini Matteucci Federica
17. Innocente Carla detta They
18. Lazzari Nicola
19. Mansanti Corrado
20. Morestori Valentina
21. Poli Stefania
22. Ponzi Barbara
23. Pugnana Valentina
24. Raposio Edoardo
25. Rizzi Sandro
26. Romanini Erica
27. Taccardi Giovanni
28. Ugolotti Serventi Maria Cristina
29. Zambrelli Cristian
30. Zerbini Barbara
31. Pellacini Giuseppe
32. Ghiretti Roberto

Sostieni Rossoparma con una donazione