0
0
0
s2smodern

Carabinieri Nucleo Radiomobile conferenza stampaErano due piccoli pusher, due soldati di quell'esercito di ciclisti che affollano le strade cittadine. Sostanzialmente è accaduto questo: i Carabinieri di Parma tenevano d'occhio uno “spaccino” ai domiciliari, reputando il viavai dalla casa condivisa con altre persone, diciamo così “non frutto di cortesia”.
Sono quindi piombati in via Minghetti per una perquisizione, trovandoci 20 grammi di stupefacente. Il 34enne è finito in manette, e assieme a lui un 20enne coinquilino. Gli altri due sono risultati completamente estranei alla vicenda. In casa sono stati trovati 13 involucri di coca, una dose di ganjia, e dentro allo zainetto del 20enne 8 confezioni di marjia e una di coca.
Chiaramente verranno processati per direttissima con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio.

Sostieni Rossoparma con una donazione