0
0
0
s2smodern

Donna rapporto affettivo cuoreLa crisi all’interno di una coppia e il conseguente allentamento dei partner può avvenire per motivi differenti: dal darsi per scontati, al lavorare troppo, al vedersi poco o vivere una relazione a distanza ad esempio. Il più delle volte è un insieme di tanti motivi che portano a una crisi graduale, arrivando al punto in cui non ci si parla più, non ci si sopporta più. Scopriamo assieme questi potenziali campanelli d’allarme. Quando viene a mancare la sfera intima e sessuale all’interno di una coppia, prima o poi subentra una sorta di intolleranza e l’incapacità di comprendersi. Per intimità si intende non solo quella tra le lenzuola ma anche quella mentale, che viene meno quando non c’è più comunicazione, divertimento e sintonia tra i partner. Anche la scarsa voglia di trascorre più tempo insieme non è proprio un buon segnale. Preferire lo stare lontani dal proprio partner, oppure sentirsi soli anche in sua presenza è un vero e proprio campanello d’allarme che qualcosa non sta andando per il verso giusto nella nostra relazione. Il partner andrebbe coinvolto e non allontanato, senza per questo sentirsi soffocati o prevaricati. Anche la fiducia e il rispetto sono alla base di una relazione, che essa sia sociale o amorosa, quando questi elementi mancano dovrebbe essere il momento giusto per fare e farsi delle domande senza rifugiarsi dietro a scuse e menzogne. Comunicare apertamente, facendo un esame di se stessi e non solo accusando l’altro, per capire cosa entrambi abbiamo sbagliato, senza criticare o sminuire il punto di vista del partner. Altri aspetti meno “profondi” e più esteriori sono comunque da non sottovalutare come ad esempio perpetuare nella trasandatezza del proprio aspetto, nella mancanza di piacere nel curarsi nel look non solo per se stessi ma anche per il compagno o la compagna. Ogni coppia, per poter funzionare ha bisogno di due persone che continuano ad aver voglia di fidarsi, ridere, sostenersi a vicenda, essere oneste ed essere completamente sé stesse, senza l’eccessiva interferenza da parte delle famiglie d’origine. Una volta che ci accorgiamo che stiamo affacciandoci all’avvio di una crisi di coppia, le cose da poter fare sono due: innanzitutto cercare di capire la natura del disagio e conseguentemente agire. Questo vale sia che decidiamo di superare la crisi, col desiderio di sanare quei problemi che minavano la serenità per ripartire più forti di prima, sia se si dovesse decidere di lasciarsi definitivamente, in questo ultimo caso bisogna essere sicuri di questa decisione per non rischiare di pentirsi a lungo termine. In concreto: ritrovare il giusto modo di comunicare, accettando il pensiero dell’altro anche se non sempre uguale al nostro, imparare a gestire gelosia e possessività, essere sinceri senza pregiudizi, riscoprire la sfera intima e la sessualità di coppia, non voler aver ragione ad ogni costo, col rischio di discutere per delle banalità, ridere, giocare, divertirsi insieme ma ritagliarsi anche degli spazi di solitudine dove dedicare tempo ai propri passatempi senza riversare le frustrazioni sull’altro. Re imparare ad amare e lasciarsi andare per farsi amare dall’altro. Ci vuole consapevolezza e conoscenza di se stessi oltre che reciproca, per stare in una relazione. Parola di Counselor! Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
LA MIA PAGINA E' QUESTA
PER ISCRIVERTI AL GRUPPO FACEBOOK
PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione