0
0
0
s2smodern

Donna uomo discutono Come gestire le persone prepotentiA chiunque prima o poi capita di avere a che fare con persone prepotenti e arroganti, in ambito lavorativo e relazionale. Trattare con queste persone può renderci la vita molto difficile. Intavolare discorsi con queste tipologie di individui che solitamente ne approfittano, criticano sempre, sono senza scrupoli e quasi sempre pronti a sminuire chiunque, risulta molto spesso impossibile al punto da iniziare a percepire una sorta di timore nel reagire. Ecco perché è davvero fondamentale non farsi avvinghiare dalla ragnatela di questi personaggi e sapere come rispondere loro. Provare a porsi qualche riflessione sulle motivazioni che portano alcune persone a diventare prepotenti e litigiosi può essere un primo passo per imparare ad individuarle conoscendo i loro limiti e conseguentemente riuscire a “smontarle”. In genere trattasi di persone che vogliono prendere un vantaggio nella relazione, di qualsiasi tipo essa sia, per poterla gestire e manipolare a loro piacimento. È anche possibile però che queste persone scarseggino di autostima e che siano alla ricerca di attenzione per emergere. In altri casi potrebbe trattarsi di una forma di difesa che fa si che venga fuori la loro parte più aggressiva. Una sorta di: “tanto lo so che vuoi litigare alla fine di tutto e allora io anticipo la mossa e ti attacco per primo a priori!”. Chi viene “intrappolato” in questo malsano tentativo di comunicazione può reagire a sua volta in maniera disarmonica, aggressiva, stressata, da finire poi persino di sentirsi in obbligo nel dover chiedere loro pure scusa. Stiamo pur sempre parlando di esseri umani ai quali è fattibilissimo diventare “immuni” migliorando conseguentemente la qualità della propria vita. Alcuni piccoli spunti di riflessione in merito: fondamentale è non attaccare, impariamo invece a chiudere una conversazione che non ci sta portando in nessuna direzione e che rischia di diventare esplosiva. Questo non significa lassismo, anzi, altra mossa strategica sta nel continuare nel mantenere il controllo all’interno della comunicazione, definendo con chiarezza la nostra identità e le nostre opinioni, facendo sapere all’arrogante che vi sta ferendo e mancando di rispettando, mettendolo così nella posizione di assumersi le proprie responsabilità. Imparare a non fornire troppe spiegazioni, troppi dettagli a soggetti litigiosi e prepotenti che adopereranno tale materiale per attaccare. Al contrario, più saremo semplici e concisi, maggiormente saremo in grado di neutralizzare i loro attacchi. In ultima istanza, se ve ne fosse la possibilità, creare delle situazioni in cui un arrogante possa misurarsi con chi davvero ne sa oltremodo, sarebbe un’ottima maniera per zittirlo definitivamente, sgonfiando un po’ della sua saccenza da pallone gonfiato. Decisamente non è semplice gestire certe persone. Se possibile, si potrebbe evitare di frequentarli, laddove invece la cosa non è fattibile dovremmo provare a non essere troppo arrabbiati con loro ricordandoci che trattasi molto spesso di persone che mettono in atto dei veri e propri meccanismi di difesa dai quali non riescono ad uscire con troppa facilità. Stabilire con loro delle relazioni chiare, mettendoli dinnanzi alle loro responsabilità senza farci schiacciare come dei zerbini è decisamente una ottima strategia relazionale da poter mettere in atto. Parola di counselor! Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
LA MIA PAGINA E' QUESTA
PER ISCRIVERTI AL GRUPPO FACEBOOK
PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione