0
0
0
s2smodern

ZFoto Mandala 033 Gratitude 12x12 o 864x480È proprio vero che la gratitudine ci rende presenti a noi stessi e capaci di vivere pienamente. Chi è grato, per indole o per apprendimento, tiene in grande considerazione gli altri, senza troppe aspettative. La grande psicologa Melanie Klain asseriva che: “la gratitudine è l’unica forma di pensiero che permette di superare l’invidia lasciando vivere sereni gli individui”. Fortunatamente pare che la gratitudine stia tornando in voga, al punto tale che molte ricerche a riguardo hanno prodotto prove e conferme di quanto essa sia fonte di benessere ed elemento importante di un buon funzionamento psicofisico. Fondamentale è fare un distinguo netto tra gratitudine e gratificazione, quest’ultima è la soddisfazione di un bisogno, mentre la gratitudine è un sentimento ben specifico, per alcuni aspetti molto simile all’amore, un sentimento che racchiude in sé piacevoli emozioni di cosiddetta leggerezza interiore e di riconoscenza verso sé e gli altri. La gratitudine equivale quasi sempre ad una visione positiva della vita, essa agisce sul nostro organismo come il pensiero positivo in generale. Il National Institutes of Health indica la gratitudine importante per la salute poiché produce cambiamenti del flusso sanguigno all’interno del cervello e maggiori livelli di attività nell’ipotalamo e flussi più elevati di dopamina. Non basta, la capacità di gratitudine aumenta il livello di vitalità, incrementa le emozioni positive e costituisce una protezione da stress e depressione. La bella notizia è che possiamo adeguatamente stimolare ed accrescere il senso di gratitudine. Quanti grazie sinceri e sentiti diciamo durante la giornata? Praticare la gratitudine equivale un po’ ad assumere in modo costante un atteggiamento di felicità ingiustificata per eventi o situazioni apparentemente usuali, banali: apprezzare per esempio il sole che tramonta, il profumo di un fiore, il cinguettio degli uccelli in primavera o semplicemente il nostro sentirci in forma. La gratitudine è una vera e propria operazione della mente: praticamente consiste nel riconoscere in ogni momento il valore di ciò che la vita ci offre. Cose a cui prima non davamo alcun valore adesso ce l’hanno e questo provoca la liberazione delle nostre emozioni. Imparare a riconoscere il valore di ciò che abbiamo, ci può far sentire “ricchi” e privilegiati. Il malcontento costante ci logora dentro, la critica e la lamentela diventano la colonna sonora che accompagna le nostre giornate. Criticare costantemente noi stessi e gli altri, ciò che non va bene, non ci renderà di certo felici. Nonostante ciò siamo molto restii alla gratitudine, la conserviamo stretta come se fosse da sfoggiare solamente nelle grandi occasioni o ce ne guardiamo bene con la convinzione che essa sia in stretta correlazione con il sentirsi in credito verso qualcuno. La gratitudine è l’esatto opposto del sentirsi in credito, del sentirsi spesso non abbastanza, di non avere o di non ricevere abbastanza. Tutte queste credenze sono fonte di grande sofferenza per ognuno di noi. Sarà colpa della pigrizia, della vita che attraversiamo a denti stretti e in maniera compulsiva o semplicemente per dimenticanza eppure, potremmo rallentare e guardare più in profondità, trovando sicuramente qualcosa d’interessante che non siamo ancora riusciti ad apprezzare. Se ci riflettiamo, la gratitudine non è poi un evento così isolato e straordinario bensì ci appartiene di base e può solo che farci bene, rendere a noi e agli altri apertura nel dialogo, conoscenza, intimità e calore. Riconoscere gratitudine prima in noi stessi, per noi stessi e per quello che valiamo è un passo fondamentale per riversarla verso l’esterno, verso gli altri. Buttiamo verso l’esterno per come ci ascoltiamo all’interno. Impariamo a conoscere noi stessi e le nostre immense potenzialità per riconoscere ed accogliere quelle che ci vorrebbero donare gli altri. Un processo non semplice ma del tutto fattibile. Parola di Counselor! Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
LA MIA PAGINA E' QUESTA
PER ISCRIVERTI AL GRUPPO FACEBOOK
PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione