0
0
0
s2smodern

Ambiente animali scimpanzeCari aMici del giovedì di Rosso Vivo, sappiamo tutti cosa davvero sia la placca dentale? Trattasi di uno strato giallo che si forma sulla superficie dei denti a causa dell’accumulo di resti di cibo, batteri e germi e che aderisce ai denti, alle gengive e alla lingua, specialmente quando non si segue un’igiene orale adeguata.

Con il passare del tempo può trasformarsi in un gran problema per la salute orale. Per nostra fortuna però, esistono diversi rimedi naturali utili per rimuoverla in tempo, prima che si scatenino problemi maggiori che ci costringano ad un intervento drastico da parte del nostro dentista di fiducia. Eccovene alcuni esempi molto utili e facili da preparare in casa: bicarbonato di sodio e sale hanno un effetto astringente, che facilita l’eliminazione dei resti di cibo che si potrebbero accumulare nelle diverse zone dei nostri denti. Innanzitutto prepariamo in casa un collutorio, diluendo entrambi gli ingredienti con acqua nel seguente dosaggio: 2 cucchiai di bicarbonato di sodio (10 g); ½ cucchiaio di sale(2,5 g) e 1 bicchiere d’acqua (200 ml). Scaldiamo l’acqua e aggiungiamo il bicarbonato di sodio e il sale, una volta che l’acqua sarà tiepida, facciamo degli sciacqui, dopo aver spazzolato bene i denti. Il composto non va ingerito ma va ripetuto tutti i giorni. Non dovete ingerire questo composto. Un decotto a base di guscio di noci, altro rimedio naturale molto efficace, pulisce in profondità i denti e facilita l’eliminazione dei resti di cibo che rimangono in superficie, ma che sono impercettibili. Il liquido ottenuto dopo aver decotto i gusci di noci potrà essere applicato tutti i giorni dopo aver spazzolato i denti. Aggiungiamo i gusci di noci ad una pentola con acqua e facciamo cuocere per 15 minuti, una volta che l’acqua sarà tiepida, immergiamoci lo spazzolino e spazzoliamo i denti normalmente, per almeno 5 minuti ripetendo l'operazione 3 volte al giorno. Ultimo rimedio, non per questo meno efficace è quello inerente all'utilizzo dell'acqua ossigenata: 4 cucchiai di acqua ossigenata al 3% (40 ml) e 1 bicchiere d’acqua (200 ml). In che modo? Semplicemente diluendo l’acqua ossigenata in un bicchiere d’acqua e facendoci dei gargarismi, per 1 minuto; da usare dopo esserci lavati i denti. Nonostante tutti questi utili consigli, ricordiamoci che la cura della nostra bocca, denti e lingua compresa, è fondamentale per prevenire infezioni, carie e gengiviti nei casi estremi ma anche per evitare la possibilità di un alito stile Shreck. Non dimentichiamo che una visita periodica dal dentista non sarebbe assolutamente una decisione errata, come si suol dire: meglio prevenire che curare. A giovedì prossimo con un sorriso smagliante più che mai.

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner