0
0
0
s2smodern

Donna amore in rete pcRaffaella, 36 anni, single da troppo tempo ormai e: “loro sono tutti uguali”.

È così facile scegliere qualcuno con cui passare una serata romantica o semplicemente trascorrere giorni e giorni a scriversi nelle chat, occhio non vede, cuore non cede. Oggigiorno è sempre più frequente incontrare le persone online, grazie agli innumerevoli siti d’incontro. Secondo una classifica italiana, i migliori e più gettonati siti d’incontro online sono davvero molti, eccovene alcuni con dati alla mano: be2 (3milioni di singles dai 40 ai 70 anni), meetic (400mila singles dai 30 ai 70 anni), Soloavventure (120mila singles o presunti tale dai 20 anni circa)…potrebbe continuare ancora per qualche riga la lista, ma mi fermo qui. Giudicanti o meno, l’era digitale, dell’amore liquido di Bauman ha rivalutato non solo gli affari e lo shopping ma anche le relazioni sociali. Per come commenta Justin Garcia, il direttore all’Istituto Kinsey per le ricerche sul sesso: “la storia dei rapporti amorosi ha avuto due evoluzioni: la prima 10mila anni fa, quando, con l’agricoltura, da nomadi siamo diventati stanziali. La seconda, con l’avvento del Web: per anni ci siamo conosciuti alle feste, a scuola o al lavoro. Ora lo facciamo su Internet.” Le persone hanno sempre meno tempo da dedicare agli incontri di “scoperta” e conoscenza dell’altro, quindi preferiscono conoscere molti partner ideali, analizzando profili con un click. Profili che mettono in bella mostra l’aspetto fisico: occhi, capelli, labbra seducenti, immagini vedo non vedo e parole chiave per carpire ciò che piace e ciò che si aborra. Vi sono ricerche in merito a quali sono i profili più gettonati, profili che pare ricalchino dei meri cliché: profilo breve, chiaro, originale, senza dimenticare lo humor; immagini in cui si viene ritratti con un sorriso sincero e la testa leggermente inclinata ad esprimere disponibilità e dolcezza, ricordando di inserire non solo primi piani ma anche immagini a figura intera; usare la parola “amore” nella descrizione di se e di cosa si sta cercando, sembra avere un successo maggioritario rispetto ad altre e così via discorrendo. Il punto è che spesso nei profili mente la stramaggioranza degli iscritti, si mente sul peso, l’età, sull’essere o meno single, avere o meno figli e anche sul cercare una relazione duratura, quando alla stregua, pare si stia vagliando la possibilità di una “botta e via” facile e non troppo impegnativa nella fase del corteggiamento. Gli algoritmi che mettono in contatto le persone tra di loro potrebbero basarsi sulla similarità o sulla complementarità, il fatto sta che non è ben chiaro se il livello di istruzione viaggia di pari passo alla simpatia e soprattutto dove la mettiamo l’alchimia di odori e sapori? Magari ci si incontra per interessi comuni ma poi la scintilla alchemica non scatta. Eppure, nonostante le innumerevoli critiche a questi nuovi metodi di incontri relazionali, spezzare a loro favore una lancia pare doveroso: questi siti, mettono in contatto un gran numero di persone, allargando così la cerchia di conoscenze soprattutto per quelle persone che hanno minor possibilità, basti pensare ai genitori divorziati, lavoratori impegnatissimi, gay, persone arrivate da poco in una nuova città o semplicemente soggetti molto timidi che possono tentare di riprendere un minimo di fiducia nell’approcciarsi ad un ipotetico presunto partner. Senza escludere il fatto che sono molte le testimonianze di incontri seri avvenuti online e confermatisi poi nella vita reale sia a livello relazionale di coppia che amicale. Il rovescio della medaglia sta nel fatto che tra questi utenti si possono trovare un certo numero di malintenzionati, violenti, stalker e tanto altro. Regolamentare l’accesso alle persone a tali siti di certo non è facile. Resta il fatto che l’amore è una questione delicata da trattare dalla A alla Z, passando per ogni singola lettera dell’alfabeto che vi è in mezzo, ma come nella vita reale, giocarsi la carta della lealtà e del rispetto offrirà maggiori chance nell’attirare persone simili a se, senza restare troppo delusi da risposte negative al proprio profilo e alla richiesta di incontro o nella peggiore delle ipotesi nel riceverei una fittizia risposta in stile “incontriamoci” e poi tabula rasa, l’altro sparisce dalla videata e sarà impossibile rintracciarlo. Inoltre, va rendicontato il fatto che una relazione d’amore online, può essere molto seducente, soprattutto perché lascia ampi margini all’immaginazione e fomenta le aspettative e i bisogni personali senza che ci si renda del tutto conto della cosa. Quindi, il consiglio sta nel non proseguire troppo nel fascino dell’ignoto e incontrare l’altro il prima possibile, magari in un bel luogo pubblico e prendendo le stesse accortezze che da sempre, son state adottate da chi ha incontrato amori più o meno duraturi nella vita, alle feste del paese qualche lustro fa.
Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
LA MIA PAGINA E' QUESTA

Sostieni Rossoparma con una donazione