0
0
0
s2smodern

Conservatorio pianoforte tastieraMartedì 21 febbraio 2017, alle 20.30 nell’Auditorium del Carmine, il secondo appuntamento de “I Concerti del Boito”: il pianista Marco Laganà interpreta musiche di Schubert e Mendelssohn. Ingresso libero

Un’occasione per immergersi nel clima espressivo del romanticismo, tra miniature pianistiche che racchiudono un mondo affettivo concentrato in poche battute, coniugando impeti emotivi, passioni e momenti più riflessivi e intimi. È quanto

0
0
0
s2smodern

Teatro del Cerchio astrologo di corteLa letteratura per ragazzi sarà la protagonista della domenica del Teatro del Cerchio che ospiterà l’ultima produzione della compagnia milanese Ditta Gioco Fiaba dal titolo “L’invasione degli orsi”. Tratto dal romanzo “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” del giornalista e pittore Dino Buzzati, lo spettacolo racconta la fiabesca vicenda del popolo degli orsi che scende dalle montagne e conquista il paese solo per essere poi corrotto dai

0
0
0
s2smodern

ZFoto Pio Giusto battiato“Direi che si fa più fatica a scrivere musica leggera, perché in pochi minuti devi dire tutto e farci stare dentro tutto. Ci sono dei musicisti di cosiddetta musica colta che non sono capaci di fare una canzone.”

Così diceva Giusto Pio, in un'intervista del 2000 di Marco Rapelli, che si può ancora leggere sul sito di Pio ( http://digilander.libero.it/ ). Questo violinista, e grande scrittore di canzoni, famoso soprattutto per il suo sodalizi con Franco

0
0
0
s2smodern

ZFoto De Sica Siani teatroALESSANDRO SIANI e CHRISTIAN DE SICA
in
Il Principe Abusivo a Teatro
tratto dal film “Il Principe Abusivo”
diretto da Alessandro Siani

Il Principe Abusivo è stato il film dell’esordio alla regia, nel 2013, di Alessandro Siani, accolto con grande affetto dal pubblico e campione di incassi al botteghino, tanto da spingere il regista e attore a progettarne una versione teatrale. Proprio sulla scia del successo cinematografico infatti, nasce Il Principe Abusivo a Teatro

0
0
0
s2smodern

Conservatorio Auditorium del Carmine BELLA PLATEACon inizio alle 17.00 nella sagrestia grande di San Rocco, in concerto Marco Brolli e Stefania Marusi (flauti traversieri) e Francesco Baroni (clavicembalo). Ingresso libero

Flauto traverso, strumento dei re: nella Francia del Sei e Settecento, il Re Sole, prima, e Luigi XV, poi, ebbero al loro servizio una fucina di virtuosi flautisti e di compositori che dedicarono a questo strumento gran parte della loro produzione musicale. La prende in rassegna il concerto “Les Flûtes du

0
0
0
s2smodern

Conservatorio Parma orchestra applausiDue appuntamenti con i concerti e le guide all’ascolto del “Boito”, martedì 14 e mercoledì 15 febbraio nell’Auditorium del Carmine.

Si apre martedì 14 febbraio alle 20.30, nell’Auditorium del Carmine, la quarta edizione de “I Concerti del Boito” con “Jiří Družecký, Antonín Dvořák, Leoš Janáček: tre linguaggi, un’anima. Viaggio nel panorama musicale boemo tra il XVIII e il XX

0
0
0
s2smodern

ZFoto donna giappo conservatorioConcerto del Mefisto Ensemble del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", diretto da Roberto Bonati. Sabato 18 febbraio, ore 18.00,
Auditorium del Carmine. Ingresso libero

Un concerto che ripercorre la storia della canzone di tutti i tempi, dai canti dei Trovatori medioevali a Bjork, passando per Billie Holiday, Burt Bacharach, i Gentle Giant, i Doors, i Cream, i nativi americani e molti altri: è in programma per sabato 18 febbraio 2017, alle 18.00, nell'Auditorium del Carmine, "Dai

0
0
0
s2smodern

Conservatorio professor PuglisiDal 14 febbraio al 27 giugno 2017, venti appuntamenti nell’Auditorium del Carmine con musica per tutti i gusti, interpretata dai docenti e dai migliori allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma

Raddoppiano gli appuntamenti con la musica di qualità organizzati dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma: la quarta edizione de “I Concerti del Boito” propone venti appuntamenti a cadenza settimanale, dal 14 febbraio al 27

0
0
0
s2smodern

Guido Picelli con compagniLa libertà non è solo un modo di esistere, ma coincide con l’esistenza stessa...

”Libertà” è la parola che ricorre costantemente negli scritti di Guido Picelli, l’antifascista rivoluzionario dell’“Oltretorrente” di Parma, che nell'agosto del 1922, con poche centinaia dei suoi “Arditi del popolo” ha difeso la città dall’assedio dei 10 mila fascisti di Italo Balbo e ha respinto per cinque giorni gli

0
0
0
s2smodern

ZFoto teatro due scena attoriGYULA
UNA PICCOLA STORIA D’AMORE
scritto e diretto da Fulvio Pepe

con
Ilaria Falini, Orietta Notari, Gianluca Gobbi, Enzo Paci, Roberto Serpi
Nanni Tormen, Ivan Zerbinati, Alessia Bellotto, Antonio Zavatteri,
Laura Cleri, Massimiliano Sbarsi

regista assistente Carlo Orlando
spazio scenico Mario Fontanini
luci Pasquale Mari

direttore di scena Chantal Viola
elettricista Davide Sardella
macchinista Maurizio Mangia
fonica Andrea Romanini
realizzazione costumi Simone Jael Hofer, Chiara Teggi

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner