0
0
0
s2smodern

Il volantino di risposta che gira tra i lavoratori. Molto netti i toni, molto sporchi i cu...rriculumIl presidente Rubini proprio non è adatto. A sostenerlo sono i lavoratori della Tep stessa: quasi tutti, come sostengono le sigle sindacali. Ma immaginiamo che dopo il fiume di licenziamenti dell'azienda in cui era dirigente prima ( la Delta LEGGI ), che ha lasciato a casa 600 dipendenti nell' immediato, neanche tra i suoi ex sottoposti fosse idolatrato. Parliamo di un crac da 3,3 miliardi di euro, tanto per capire il valore della cosa, e quello del dirigente.
Dall'insediamento ad oggi, a sentire voci interne all'azienda, è stato tutto un lento lavorio per rompere l'unità, sia sindacale che nei rapporti tra singoli.
L'ultimo episodio è relativo all'elargizione di cariche e benefit economici, che sono stati assegnati ad un numero ristretto di dipendenti. Su che basi? Mistero fitto, almeno relativamente alle elargizioni. Una discrezionalità da monarca, o meglio: tale da portare le rappresentaze di tutte le sigle sindacali a citare Boris Vian ne "Le déserteur". Il tema di fondo ce lo spiegano gli stessi lavoratori ( concetto che lasciamo volutamente vago, pur conoscendo tutte e tre le fonti ): "il Presidente ha creato un clima irrespirabile, nel tentativo di mettere i lavoratori tutti contro tutti: si convive con insofferenza e insoddisfazione in tutti i reparti".


I lavoratori proseguono ( ne volevamo sentire tre, a verifica di quanto arrivatoci all'orecchio, abbiamo faticato a stare sotto quota dieci ), parlandoci di viaggi organizzati per dirigenti direzione sud, pagati con sconti non dovuti in cambio di "benefit" su cui cominceremo ad indagare. Ci hanno parlato anche di altro, e pure in quello infileremo il naso. Resta un fatto: i lavoratori sono incavolati neri per un clima che diventa ogni giorno che passa più divisivo e discrezionale.
Tre sono i filoni su cui sono stati estesi i provvedimenti, che riguardano riqualificazioni delle posizioni funzionali, incrementi di indennità e riconoscimento di integrazione Una Tantum al premio di risultato. Questo terzo punto è il più controverso e, come sottolinea la lettera di risposta dei sindacati, ha fatto infuriare tutti i lavoratori ( tranne quelli premiati, forse ). Su che basi si è deciso di premiare alcuni? Resta un mistero. Intanto il citato premio di risultato pare, a sentire gli stessi lavoratori che abbiamo sentito a verificare, sia stato ridotto agli autisti, alcuni dei quali lavorano su mezzi senza impianto di condizionamento. Come hanno duramente imparato anche i passeggeri, peraltro.
Ed ora? Difficile a dirsi: con un sistema di "acquisizione di simpatie" molto energico il presidente Tep ha creato una propria ragnatela di amicizie, a vari livelli. Certo, non tra i dipendenti, ma in altri "giri" sì. E' in periodo di rinomina e difficilmente verrà scalzato dai sindaci della Provincia: in primo luogo perché è stato scelto dal sindaco del Comune capoluogo, Federico Pizzarotti, e poi perché uno di essi, Fadda (aTorrile), riveste la carica di vicepresidente dell'azienda. Può il nostro territorio permettersi un tizio che a detta dell'assessore Folli ( in Consiglio comunale, mica al bar ) è in sede 14, a volte 20 ore alla settimana, che è odiato dai dipendenti e che fin dall'inizio è al centro di polemiche e voci sul modo disinvolto con cui usa il denaro? La risposta potrebbe essere "no", ma d'altronde siamo nella Parma dell'alleanza Pizzarotti – renziani provinciali e tutto diventa possibile, persino venga confermato questo modus agendi. Magari potrebbe, come invitano i lavoratori, almeno "trasformare il proprio salario fisso in premio variabile e passare al part-time". Quando c'è amore, in famiglia come nei luoghi di lavoro, c'è proprio tutto. Che dire, parafrasando un tizio che faceva delle canzoni dalle parti di Genova " dai Rubini non nasce niente, dal letame nascono i fior". O qualcosa del genere.

PER APPROFONDIRE SULLA TEP DI RUBINI: LEGGI - LEGGI - LEGGI - LEGGI - LEGGI

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner