0
0
0
s2smodern

Un militante a Cinque Stelle mostra orgoglioso il nostro logo sul programma della giornataDel meeting che Pizzarotti ha tenuto nel famoso agriturismo di Beneceto (LEGGI) alcuni si sono occupati di più, altri di meno. Il motivo ha una sua semplicità: era evidentemente una scuola politica di formazione dei quadri, e quindi una faccenda tutta interna ad un singolo soggetto politico. Qualcosa che nel mondo dell'informazione, ma anche nella società civile, viene da alcuni classificato nella categoria "ecchissene". Il problema sorge però quando un rappresentante di tutti i cittadini usa il simbolo della città di Parma per un'iniziativa tutta interna al proprio partito politico, che lui ha cercato con tutte le proprie energie di vendere come interna al proprio partito. Come si è permesso Federico Pizzarotti di usare così impropriamente il simbolo di tutta la collettività come se fosse una sua disponibilità esclusiva? Una situazione che ha ovviamente indignato molti perché in violazione di principi democratici per ripristinare i quali un certo numero di esseri umani ha versato il proprio sangue. Il primo a levare la propria voce è stato il consigliere comunale Massimo Iotti, che in un intervento dal sapore #NotInMyName ha chiosato: "Complimenti, uso del logo istituzionale del Comune di Parma a fini politici. E via cosi', trasparenza e correttezza eh, nuova politica...".
Verrebbe da chiedersi cosa ne penserebbero quei grillini che tanto tempo fa la menavano sulla purezza delle pratiche politiche: Savani, Nuzzo, De Lorenzo cosa ne pensano? Se l'avesse fatto Vincenzo Bernazzoli e loro fossero ancora sederi in cerca di poltrona avrebbero sorriso o si sarebbero indignati?

Anche la loro reazione o non reazione racconterà la depravazione da potere, quasi come deriva sociologica.
L'uso del simbolo pubblico per propagandare un'iniziativa di un partito che a quel punto si voleva identificare con l'idea di "pubblico" , comunque, non è una novità assoluta: si faceva per esempio con il sabato fascista. Ed in effetti, del tutto casualmente, il 15 marzo cadeva proprio di sabato. Comunque vorremmo informare i lettori, ma anche a questo punto gli amministratori, che l'uso del simbolo è disciplinato da quel regolamento comunale che loro vorrebbero rendere più rigido per i dipendenti (LEGGI). A meno che, ma sarebbe ancora più grave, il Comune non abbia di nascosto (abbiamo controllato e non risulta) concesso il patrocinio alla riunione organizzata da Pizzarotti e soci. #sapevatelo #AttiConcretini #simbolo #ovviamentegratis #gratisuncazzo #cacciaisoldi #NotInMyName #usalaltro #quellochepareunculo

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner