0
0
0
s2smodern

Parma 1913 mister DAversa in sala stampaMister D’Aversa ha centrato il punto, quando ha dichiarato che a qualcuno non sta a cuore il Parma.

La speranza è che qualcuno, in Procura federale, apra gli smartphone (compresi quelli dei mai citati giocatori dell'Ancona, perché se c'è chi ha azzeccato marcatore e minuto...) e ci guardi dentro, e fatto ciò, indagato con scrupolo, si rivalga contro i responsabili di quanto accaduto. Non è possibile derubricare una questione come quella relativa a Parma-Ancona a faccenda da chiudere a tarallucci e vino. Ripetiamo: non è possibile.
PER APPROFONDIRE: LEGGI LEGGI
“Lo spreco di energie rivolte a situazioni extra campo – ha dichiarato il mister commentando la trasferta di Bassano ma anche questa tumultuosa settimana - non porta mai vantaggi alla squadra, ma la conferenza di ieri di tutti i nostri giocatori era un peso che loro volevano togliersi dopo giorni per fare chiarezza ed è stato un segnale nei confronti della piazza di Parma. Quando sono arrivato qui, sin dal primo giorno, ho sottolineato come per raggiungere l’obiettivo ci sia bisogno di tutti, come sia necessaria unità di intenti tra squadra, società, tifosi e stampa. Credo che qualcuno non abbia a cuore il Parma, ma questo non deve distoglierci dal nostro obiettivo. Per quanto è successo in questa settimana penso si sia detto già abbastanza. I ragazzi si sono tolti un peso nei confronti di una tifoseria a cui dovevano molto. Bisognava dare un segnale importante a Parma. Ho dato mandato ai miei avvocati per quanto ha scritto Il Mattino. Pensiamo al bene del Parma. Dobbiamo fare bene per dare una risposta a tutti. Penso che non tutti vogliano il bene del Parma. Sappiamo il valore della nostra società. C’è qualcuno che non vede l’ora che le cose non vadano bene. Noi dobbiamo solo ricompattarci. Il Bassano ? Nelle ultime gare non ha giocato male, gli è mancato solo il risultato. Il Bassano avrebbe voluto fare di più in questa stagione. Non sempre le cose vanno come si vuole, però. Stanno attraversando un momento di difficoltà, ma noi dobbiamo rimanere attenti. Dobbiamo cercare di trasformare la rabbia in energia. Sono tutti convocati, tranne Saporetti, che avuto un problema in settimana che lo ha costretto a un allenamento personalizzato, Garufo e Miglietta. Il resto del gruppo verrà con me a Bassano. Con l’Ancona avevo messo in campo la formazione tipo. Un allenatore deve sempre analizzare la gara in maniera lucida. Con l’Ancona abbiamo creato quattro occasioni da gol limpide. Forse è mancato qualcosa sotto l’aspetto degli stimoli. A volte ci facciamo prendere troppo dalla frenesia e commettiamo errori. Addossare le responsabilità su alcuni giocatori non ha senso. Se avessi potuto, avrei cambiato tutti e undici i giocatori. Non avendo Munari in condizione di giocare e Scavone non pronto per i novanta minuti, ho scelto quegli undici. Se potessi tornare indietro, riproporrei la stessa formazione. Il Venezia domani può vincere il campionato ? Se succederà, faremo loro i complimenti. Del resto sono stati più bravi di noi, sia in campo che fuori”.

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner