0
0
0
s2smodern

ZFoto parmafanzine MajoIn soli tre anni ha rivoluzionato il giornalismo sportivo locale, prima caratterizzato da personaggi almeno in una certa parte inquietanti e collusi con coloro che saccheggiavano e depredavano. In altri casi pallosi al limite del coma vigile.
Lui? Uno zaino, un portatile, un microfono: a Nicolò Fabris non serviva poi molto altro, per creare contenuti accattivanti e di buona qualità. Si è accampato davanti al centro sportivo di Collecchio per settimane, ai tempi del crac Parma Fc, mettendoci un attimo a guadagnarsi la stima ed il rispetto dei tifosi e dell’ambiente crociato.
I percorsi umani sono fatti di tanti passaggi, e qualcuno può essere risultato meno condivisibile di altri, ma resta un fatto evidente: Nicolò Fabris da Lonigo (paese a due passi dalle origini materne sambonifacesi di chi scrive, in effetti) ha lasciato il segno. Ha contribuito peraltro a caratterizzare significativamente la nuova linea della nota trasmissione Calcio & Calcio, condotta da Michele Angella: un bel grattacapo, il sostituirlo, per il "Ds" di 12 Teleducato.
Non resta che salutarlo affettuosamente e augurargli di ottenere ottimi risultati anche nella sua nuova avventura, in quel di Milano. Quelle che linkiamo solo le parole di commiato al pubblico gialloblu: LEGGILE

Sostieni Rossoparma con una donazione