0
0
0
s2smodern

ZFoto rappresentanti comune sindacatiNulla di troppo diverso da quanto accaduto in passato: l’amministrazione Pizzarotti “chiude” sulle Progressioni Economiche Orizzontali con la Cgil di Patrizia Maestri, pardon di Paolo Bertoletti, pardon di...vabbé, con questa Cgil qui, quella capace di esprimere la proponente e votante il Job Act Patrizia Maestri e contemporaneamente di raccogliere le firme per la sua abrogazione.

Assieme al dinamico duo, le sigle minori Uil e Siulp. Dall’altra parte della barricata la renzianerrima Cisl ed il Csa, che un po' come il Siulp è un sindacato specifico per i lavoratori degli enti locali: le due sigle si riservano anche di intraprendere azioni legali contro il Comune di Parma. E’ da sottolineare che le sigle firmatarie non sono tanto diffuse quanto si sospetterebbe: nel “pubblico” prevale largamente al Cisl(come tesseramento e anche come vicinanza di sensibilità di molti lavoratori comuni), e quindi una eventuale azione di rivalsa dei tesserati di questo sindacato si prefigurerebbe quasi come una “class action”.
Descriviamo la situazione per mero dovere di cronaca: in questa testata consideriamo i firmatari dell’ignobile accordo sulla rappresentanza ( il cosiddetto Testo Unico imposto da Confindustria e siglato dai Segretari della triplice ) indegni di trattare un qualsiasi accordo, e fondamentalmente facce diverse di uno stesso problema. Il crollo dei tesseramenti e della credibilità presso i lavoratori ci appare solo una conseguenza di tanti anni di comportamenti esecrabili. Preferiamo sindacati più lineari e coerenti, portati avanti peraltro da gente che "ci crede" gratis.

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner