0
0
0
s2smodern

La figurina Panini con Pizzi e GanzIl 30 dicembre è una data che non può passare inosservata: ogni buon tifoso del Parma, infatti, non può non ricordare cosa avvenne quel giorno del 1989. Era un sabato, la stagione era quella che avrebbe condotto i gialloblu alla serie A dopo una travolgente cavalcata portata a termine dagli uomini di Nevio Scala: quel giorno il Parma si recò dai rivali reggiani ed espugnò lo stadio Mirabello con due reti di Maurizio Ganz. I crociati vinsero l’incontro, disputato alla penultima giornata del girone d’andata, davanti agli sguardi di migliaia di tifosi accorsi nella città rivale per assistere al derby per antonomasia. La prima rete fu realizzata, al 37’ minuto di gioco, dopo un’incredibile fuga di Gambaro lungo la fascia sinistra: il terzino offrì alla punta un assist al miele e la punta insaccò a porta vuota beffando ogni tentativo di recupero da parte della difesa avversaria. La seconda segnatura invece avvenne al 21’ minuto della ripresa quando, dopo aver beneficiato di un passaggio da centrocampo in grado di scavalcare i difensori reggiani, Ganz trafisse per la seconda volta l’estremo difensore Facciolo.

Grazie a quella entusiasmante vittoria, il Parma – che tra le proprie file vantava protagonisti di futuri successi come Minotti, Apolloni, Zoratto, Pizzi, Osio e Melli (che in quella sfida sostituì l’eroe di giornata) - si portò in testa alla classifica: un successo dunque fondamentale soprattutto dal punto di vista psicologico, determinante ai fini della promozione.

Sostieni Rossoparma con una donazione