0
0
0
s2smodern

Comunismo bandiera rossa bambino SoragnaErano parecchie centinaia di persone, più o meno 700, quelle che ieri hanno sfilato lungo le vie di Soragna. Solo nello spezzone del Partito Comunista di Marco Rizzo, contati uno ad uno, erano presenti quasi 400 persone.
Ma non mancava praticamente alcun partito dell’universo comunista, cui si sono aggregate rappresentanze di altre sigle di sinistra. Assieme a loro l’Anpi e le altre associazioni di partigiani del nostro territorio.
Gli articoli di Rosso Parma normalmente prevedono una gallery collocata sul fondo della pagina. In questo caso faremo un’eccezione per agevolare la comprensione da parte di eventuali lettori di destra che vengano a scuriosare, mediante l’uso di immagini esplicative: GUARDA LA FOTOGALLERY DI SARA FANTOZZI
I partigiani, dicevamo: è proprio al cippo collocato di fronte alla Croce Rossa di Soragna che il lungo serpentone che ha composto il corteo si raduna per gli interventi.
“ Sono davvero felice che in così tanti abbiano aderito a questa nostra iniziativa – ha detto dal microfono Aldo Montermini, segretario provinciale dell’ Anpi, l’associazione nazionale partigiani d’Italia - , che vuole essere una risposta a quella che il sindaco di Soragna ha definito “una provocazione”, termine che ha usato per descrivere il suo voto favorevole alla mozione. Quando le provocazioni però sono così intrise di malafede, così intrise di ignoranza della storia, così intrise di analfabetismo istituzionale, perché di questo si tratta alla fine, allora rispondere alla provocazione, e rispondere in questo modo, che è civile, diventa un dovere, di cittadinanza consapevole”.
Una disamina cruda e alquanto condivisibile quella del Montermini, che non risparmia una tirata di orecchie anche alla magistratura, da cui “con tutto il rispetto che dobbiamo a questa istituzione, non si riesce neanche più a vedere un pacato rimprovero, non dico una condanna, a chi oggi manifesta ostentando il fascismo”.
GUARDA IL VIDEO CON L’INTERVENTO INTEGRALE DI MONTERMINI
Comunismo PCI e Rifondazione Comunista bandiereAl microfono si sono poi avvicendati gli esponenti di un po’ tutti i partiti comunisti.
“Soragna vive la vergogna per la provocazione che la Lega Nord ha promosso in questo Consiglio comunale – ha dichiarato Stefano Lugli, segretario regionale di Rifondazione Comunista – e davvero va detto con forza al sindaco di ritirare questa mozione e di vergognarsi profondamente. Non è un caso isolato: fa parte di un tentativo a lungo meditato di revisionismo, di legittimare di nuovo il fascismo. La mozione votata a Soragna è stata presentata in altri consigli comunali, ed è quindi molto importe aver risposto in questo modo qui a Soragna”.

GUARDA UNO STRALCIO DELL'INTERVENTO DI LUGLI
“Il sindaco di Soragna ha dimenticato di essere il sindaco di tutti – ha detto Igor Cuccu, membro del regionale del Partito Comunista Italiano – e ha compiuto un atto fascista. Le sue dichiarazioni ed il suo firmare la delibera ci ha relegato in una situazione simile a quella dei fascisti, che sono stati la feccia i questo Stato. Non possiamo essere equiparati a loro: i nostri padri, i nostri nonni hanno lottato per la libertà di questa nazione”.

GUARDA UNO STRALCIO DELL'INTERVENTO DI CUCCU
Un grande spazio, non solo mediatico, l’ha ottenuto Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista. Più che per l’elemento numerico di seguito, perché è l’unico ad aver inserito l’antifascismo in un quadro generale anticapitalista ( GUARDA UNO STRALCIO DELL'INTERVENTO DI RIZZO ). Ed è a lui che abbiamo chiesto un’intervista.
Partito Comunista Marco Rizzo Anpi“ E’ un piccolo paese ed è un piccolo episodio – ci ha detto Marco Rizzo, riferendosi alla mozione votata a Soragna -, ma può avere un riscontro molto negativo, ed è per questo che noi del Partito Comunista siamo qui in massa, con tanti giovani, proprio per ribadire che l’equiparazione tra fascismo e comunismo è un falso storico. Anche perché se non ci fosse stata l’Armata Rossa, non ci fosse stata l’Unione Sovietica, non ci fossero stati i comunisti in Italia resistenti, oggi saremmo governati dai nipotini di Hitler e di Mussolini, quindi è impensabile non ricordare questo. Poi c’è un problema politico attuale: il comunismo è l’unica soluzione a questa crisi del capitalismo, ed è per questo che il comunismo viene sempre dileggiato, e viene sempre indicato come un male assoluto”.
GUARDA L’INTERVISTA INTEGRALE A MARCO RIZZO
Rizzo poi ha posto il tema dei temi, oggi: la presenza degli esponenti del PD nelle manifestazioni antifasciste. Non è un argomento da poco, perché sta letteralmente distruggendo Anpi e Cgil dall’interno da almeno un decennio. E difatti quando viene invitata al microfono l’esponente del Consiglio comunale di Soragna appartenente al partito di Matteo Renzi molti se ne vanno e scattano le contestazioni. Qualcuno, troppo imbecille per capire le conseguenze delle proprie azioni o troppo egocentrico per curarsene, dà vita ad un breve parapiglia, la cui conseguenza è al massimo quella di ricordarci quanto la questione dell’incompatibilità sia ancora aperta e colpevolmente irrisolta.
Partito Comunista corteo SoragnaSoragna ci lascia quindi con un quadro piuttosto fedele e amarotico della situazione: il primo dato è innanzitutto che siamo ancora tanti, ma proprio tanti. In secondo luogo è che abbiamo una capacità di risposta sul piano culturale che altri si possono giusto sognare. Il terzo è che abbiamo esponenti che un tempo, quando il comunismo era roba per gente seria, avrebbero fatto sì e no i distributori de L’Unità nelle feste di quartiere. Da tutte e tre queste considerazioni occorre partire nella costruzione di un nuovo gruppo di azione e di riflessione esplicitamente rosso. Li abbiamo lasciati crescere, ora è davvero improrogabile il rimboccarsi le maniche.
Credits foto all’apprendista stregona Sara Fantozzi

GUARDA I MANIFESTANTI CHE CANTANO BELLA CIAO

GUARDA UNO SPEZZONE DI CORTEO

GUARDA UNO SPEZZONE DI CORTEO

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner