0
0
0
s2smodern

Migranti affogati coste libiaTra pochi mesi ci sono le elezioni, occorre preparare il terreno ai candidati della destra locale. E’ tutta qui la polemica sorta sull’arrivo dei profughi a San Michele Tiorre: nelle foto del gazebo allestito ai margini del mercato di Felino praticamente solo esponenti politici e relativi tirapiedi ( LEGGI DI QUEL PRESIDIO ). Delle decine, centinaia addirittura, di cittadini che si sarebbero schierati al loro fianco se ne sono contate singole unità.
Il giochino, del resto, è noto da tanto tempo: i fascisti lo hanno già provato con il loro “beta test”, quell’ Hub di Baganzola che avrebbe dovuto portare degrado e delinquenza, e che invece funziona regolarmente da due anni senza dare problemi particolari a nessuno. In un paese civile quest’ultimo dato dovrebbe essere l’unico importante, ma in Italia no: deve prevalere l’ansia e la paura.

LEGGI DELLA CONTESTAZIONE DI ALLORA AL PREFETTO FORLANI

LEGGI DEL RINNOVO DELLA CONVENZIONE PER L'HUB DI BAGANZOLA

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A DON CORRADO, PARROCO DI BAGANZOLA


Così ecco che ieri sono arrivati i primi otto profughi nella villetta di via Martiri della Libertà a San Michele Tiorre, che è poi quella della signora aggredita da decine di facinorosi e violenti ( LEGGI DI QUELL’AGGRESSIONE ).
La casa misura 350 metri quadrati, 20 persone (questa la cifra finale) ci staranno comode e tranquille, e nessuno avrà particolari problemi nemmeno in questo caso.
Come facciamo a saperlo? Gli appartamenti diffusi sul nostro territorio sono tantissimi, della maggior parte di essi neanche i vicini di casa si sono accorti, e gli unici problemi di sicurezza degni di nota sono quelli suscitati dai presidi delle ponghe, magari in collegamento televisivo con trasmissioni di dubbio spessore etico. Per il resto i problemi, da due anni a questa parte, sono stati praticamente pari allo zero.
Tutti buoni e immacolati, i nuovi arrivati? Chiaro che no: se accogli migliaia di esseri umani è ovvio che ti esponi alla legge dei grandi numeri, e in virtù di ciò state pur certi che esistano nel mucchio un certo numero di disgraziati. Il tema della sicurezza però non ne ha mai risentito particolarmente. Non con questo tipo di progetti.
E se questo è incontestabile (e lo è), perché tanta cagnara? Lo abbiamo già scritto: in ballo ci sono le solite, vecchie, laide, poltrone. Se piazzi un leghista in Parlamento hai visibilità nazionale e soldi a pioggia (un “onorevole” guadagna un botto di soldi al mese): è tutto qui. Non stanno facendo altro che lavorare sulla candidatura di una Cavandoli, piuttosto che di un Campari (Occhi è troppo poco ortodosso, potrebbe funzionare soltanto in una lista di leghismo camuffato), per le politiche del 2018. E lo stesso fa il PD con Pizzarotti. Il resto è scenografia.

( La foto è stata scelta NON casualmente rispetto ai naufragi al largo delle coste libiche )

LEGGI DELL'APERTURA DELLA NUOVA SEDE DI POLIZIA MUNICIPALE PEDEMONTANA

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner