0
0
0
s2smodern

ZFoto Fornovo OsteriazzaUn’opera di sorveglianza quantomai necessaria, quella relativa alla qualità dei lavori eseguiti in appalto. In tal senso appare particolarmente interessante quella relativa al raddoppio della Pontremolese, presentata dal gruppo consiliare di Fornovo Insieme, che ci spiega la propria valutazione in merito.

LA POSIZIONE DEI CONSIGLIERI: Segnalazione di pericoli di natura idraulica ravvisati in loc. Osteriazza, di difetti costruttivi e mancati completamenti nelle opere di recente realizzazione nella località medesima a corredo del raddoppio ferroviario.

In data 15 febbraio 2017 ci siamo recati in loc. Osteriazza, chiamati da un residente, e abbiamo riscontrato quanto segue:
Per quanto riguarda la nuova strada di accesso all’abitato e il relativo sottopasso carraio, dal punto di vista costruttivo e dimensionale si evidenziano i seguenti difetti:
La nuova strada di collegamento, inizialmente a due corsie, superato il tratto che conduce al fabbricato tecnico di RFI riduce notevolmente la propria larghezza ed è sprovvista di protezioni nel lato scarpata. Nel lato opposto, verso il fabbricato RFI, è presente una barriera metallica da tempo danneggiata, probabilmente installata per evitare il transito di mezzi pesanti sulle formelle in cemento a copertura della canaletta di scolo. Detta barriera riduce notevolmente la larghezza della corsia ed è esposta ad urti da parte degli automezzi in transito, per cui sarebbe auspicabile la sua rimozione previo rinforzo della copertura della canaletta di scolo. In caso contrario, qualora non si volesse rimuovere la barriera, si dovrebbe provvedere alla sua riparazione.
Il nuovo stradello ha subito cedimenti in più punti, probabilmente per una carente preparazione della fondazione stradale; inoltre, la sua pavimentazione in asfalto non è stata completata col tappeto d’usura
La segnaletica è insufficiente e le due piazzuole di scambio, necessarie nei casi di incrocio di veicoli transitanti nei due sensi di marcia, finiscono per essere occupate da auto in sosta
L’area interessata dal vecchio passaggio a livello non è stata minimamente sistemata e si presenta in stato indecoroso
Per quanto riguarda i problemi idraulici:
Il letto del fiume Taro ha innalzato la propria quota, specialmente nella parte centrale, e le opere di difesa spondale realizzate dalle Ferrovie dello Stato nel secolo scorso sono ormai inesistenti. I residenti hanno denunciato da tempo il pericolo e sono ancora in attesa di intervento da parte del Servizio Tecnico di Bacino.
Il Rio delle Marme è attraversato dal nuovo stradello mediante un unico tubo a sezione circolare totalmente insufficiente a garantire il deflusso del rio nelle fasi di piena, esponendo a rischio esondazione l’abitato, la strada e i campi sottostanti.
Parallela al Rio delle Marne è presente una tombinatura storica per lo scarico delle acque meteoriche raccolte sulla strada di Fondovalle e anche questa scarica nel fiume attraverso un fossato inadeguato allo scopo e in pessime condizioni di manutenzione
Per evitare l’allagamento del sottopasso è stata installata una pompa ad azionamento automatico con smaltimento delle acque attraverso una cameretta aperta con tubazione interrata e scolmatore aggettante in fosso aperto parallelo alla prima conduttura. E’ opportuna una verifica della portata della pompa e di tutto il sistema di scarico dell’acqua pompata nei momenti critici
Per quanto riguarda l’attraversamento pedonale:
L’ascensore, installato per ottemperare a precise disposizioni di legge in materia di superamento delle barriere architettoniche, è presente ma non funzionante. Sarebbe opportuno verificare la possibilità di dotare il medesimo di chiave da distribuire ai residenti e, ovviamente, garantirne il funzionamento.
Il mobile del quadro elettrico è stata forzato è necessario ripristinarlo
L’illuminazione del sottopasso è dotata di plafoniere in misura abbondante ma l’impianto è spento e il tunnel è totalmente buio. Volendo sfruttare la tettoia installata a protezione della scalinata, potrebbero essere posizionati pannelli fotovoltaici rendendo così autonoma l’illuminazione, magari riducendo le luci.
Per ciò che riguarda il punto 2.a. si rende opportuno sollecitare un intervento da parte del Servizio Tecnico di Bacino e verificare che l’intervento suddetto sia tale da garantire la sicurezza dell’abitato in modo effettivo e duraturo.
Per ciò che riguarda i problemi riscontrati nella nuova opera realizzata dalla ditta Astaldi S.p.A. per conto di RFI (tombinatura sottodimensionata del Rio delle Marme, caratteristiche della strada di collegamento, sistemazioni idrauliche approssimative, dimensionamento dell’impianto di pompaggio nel sottopasso, ecc.) si chiede:
Di prendere visione del collaudo delle opere, se nella disponibilità del Comune di Fornovo di Taro
Copia del verbale di consegna, anche al fine di verificare ciò che è rimasto in capo a RFI e ciò che è stato trasferito al Comune di Fornovo di Taro
Studio degli interventi necessari per l’eliminazione o la mitigazione dei difetti e valutazione della possibilità di contestazione delle opere al Costruttore.
Per ciò che riguarda la fruibilità del sottopasso pedonale e l’ascensore, si chiede di attivare gli impianti (ivi compreso quello di illuminazione) eventualmente rivedendo il numero e le caratteristiche dei corpi illuminanti e installando un impianto fotovoltaico con accumulo adeguato per l’alimentazione dei medesimi e dell’ascensore.

I consiglieri
Stefano Zucchelli
Silvia Iasoni

Provincia viabilita Osteriazza FornovoIL TESTO DELL’INTERROGAZIONE
Al sig. Sindaco del Comune di Fornovo di Taro
Al sig. Assessore ai Lavori Pubblici
Al Responsabile del Settore LL.PP.

Interrogazione a risposta scritta su segnalazione di pericoli di natura idraulica, difetti costruttivi e mancati completamenti nelle opere realizzate a corredo del raddoppio ferroviario in località Osteriazza

Io sottoscritto Stefano Zucchelli in qualità di consigliere comunale,
premesso di aver effettuato un sopralluogo in loc. Osteriazza su specifica richiesta di un residente della località medesima, considerate:
Le evidenze illustrate nella relazione allegata, (pericoli, difetti costruttivi e mancati completamenti delle opere di recente realizzazione)
La necessità di tutelare l’ambiente e le condizioni di sicurezza dei residenti
Chiedo
di prendere visione del collaudo delle opere, se nella disponibilità del Comune di Fornovo di Taro
copia del verbale di consegna, anche al fine di verificare ciò che è rimasto in capo a RFI e ciò che è stato trasferito al Comune di Fornovo di Taro
Studio degli interventi necessari per l’eliminazione o la mitigazione dei difetti e valutare la possibilità di contestazione delle opere al Costruttore
ed interrogo il sindaco e l’assessore competente per sapere quali urgenti iniziative l'Amministrazione Comunale intende porre in essere per migliorare la tutela della sicurezza idraluca della località in oggetto e per risolvere i problemi riscontrati.

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner