0
0
0
s2smodern

Federico Pizzarotti Gaetano NoeProsegue a ritmi serrati la marcia di “trombamento” di Gaetano Noé, pare con Marco Giorgi in cabina di regia. Come abbiamo scritto in effetti a gennaio ( LEGGI ) il direttore generale avrebbe iniziato da tempo a mettere “gente sua” nei ruoli chiave: è questa la chiave di lettura che andrebbe data perciò (anche ma non solo) all' arrivo di Rita Alfieri dalla Provincia nel ruolo di Segretaria Generale ( LEGGI ), alla chiamata di Annalisa Albertazzi ( moglie di Sergio Venturi) a funzioni di gestione del personale, e all'arrivo di Giacomo Fiume, dirigente sempre di provenienza Provincia, chiamato in forza alla Polizia Municipale ( LEGGI ).

E proprio da quel momento, ma guarda un po', su Gaetano Noè si sono scatenate polemiche e provvedimenti, uno dei quali è in effetti balzato in queste ore agli onori delle cronache in queste ultime ore. Il tentativo sarebbe di farlo passare come inefficiente e, a questo punto, come poco limpido nei comportamenti. In tal senso è molto interessante notare come la linea difensiva dei grillini, sul caso multe ( LEGGI ), sia consistita essenzialmente nel sostenere di aver chiesto agli uffici (uno dei quali è il suo).
E vanno capiti: dopo il caso Jacobazzi, il licenziamento di Cimmino, il peculato (difeso a spada tratta da Feci and the gang) di Patrizia Verrusio, giustificare ora la sostituzione del Comandante dei Vigili a sei mesi dal semestre bianco è impresa tutt'altro che agevole: serve una bella spintarella con l'opinione pubblica e rispetto alle opposizioni politiche. Ci risulta che rispetto al provvedimento disciplinare Gaetano Noé abbia presentato ricorso, e non ci risulta l'abbia perso. Un diluvio universale di critiche: per uno con quel cognome non una novità.

E' il momento della rituale domanda: Fantapolitica? Se considerate le volte in cui ci abbiamo azzeccato, tutto lo scenario qui sopra descritto va considerato con molta cura.

LA NOTA UFFICIALE EMESSA DAL COMUNE ( TESTO INTEGRALE ):

"L'Amministrazione Comunale, nel ribadire che, a seguito della segnalazione del dirigente al personale, ha attivato un provvedimento di approfondimento, e che nel comportamento del comandante della Polizia Municipale non è ravvisabile al momento nulla di irregolare, conferma la fiducia nel suo operato, riconoscendone la massima disponibilità, lo spirito di servizio e l'alto senso del dovere sempre mostrato".

Sostieni Rossoparma con una donazione