0
0
0
s2smodern

ZFoto Open Shop 24 ParmaUn modo scemo di affrontare la questione sicurezza, che come da previsioni non pagherà Cristiano Casa di tasca propria, ma voi cittadini. E infatti è arrivato in Consiglio comunale il debito fuori bilancio che sana la vicenda dell’Open Shop di via Bixio.


PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK


Cos’è successo? Essenzialmente questo: alcuni residenti, più o meno simpatizzanti della giunta, hanno iniziato a lamentare che il corner con brioches e capuccini dalle macchinette automatiche sito poco dopo piazzale Corridoni fosse luogo di spaccio e di degrado. All’assessore Casa non è parso vero di poter fare un po’ il #giustizialistavicinoallaggente e ha imposto la chiusura della sala con distributori automatici.
Il gestore del luogo ha giustamente fatto causa, facendo notare da un lato di aver assolto a tutti gli obblighi di legge, dall’altro di aver da tempo istallato (non obbligato) una serie di videocamere proprio per aumentare la sicurezza di quel luogo.
Naturalmente i giudici hanno dato ragione al proprietario dello spazio, intimando al Comune di riconoscergli 7.500 euro di risarcimento e di pagare oltre 4 mila euro di oneri legali. Il Comune di Parma aveva talmente torto che l'amministrazione Pizzarotti non ha nemmeno presentato ricorso.
Perchè è interessante ripercorrere questa piccola querelle politica? Bé, certo per la questione che la giunta fa cacchiate e a pagare siete voi, ma non solo. Il debito fuori bilancio ha infatti raccontato anche perché in città la Lega sia in potente crescita, mentre Pd e Effetto Parma ricordino da vicino la corte di Luigi XVI° prima della rivoluzione francese ( LEGGI ). Il leghista Occhi, quando si è aperta la fase dibattimentale, ha preso la parola è ha evidenziato come nella vicenda si sia cercato di far ricadere la responsabilità sull’esercente, che è invece vittima, e ha ricordato come la Lega abbia da tempo chiesto una modifica del Rue (uno strumento urbanistico) che semplicemente impedisca l’apertura degli open shop nei luoghi ritenuti di particolare interesse artistico o storico, come il centro delle città.
I nostri commercianti sopravvivono a tutta una serie di controlli della Municipale (per fare cassa?) e a molte decisioni della giunta Pizzarotti volte ad agevolare i centri commerciali a tutto discapito del commercio di prossimità dei negozianti: uno di essi che abbia ascoltato gli interventi di Casa e di Occhi, a chi avrà riservato la propria approvazione, secondo voi?
E anche un cittadino comune, che ascolti prima un assessore dare le colpe a chiunque invece che dichiarare di aver fatto una cazzata e subito dopo un Consigliere che sottolinei come sia necessario semplicemente modificare un protocollo procedurale, per chi si dichiarerà entusiasta?
Ecco, se volete cercare le radici di una crescita nei consensi, al netto delle vaccate che ci ha infilato poi Occhi in tema di accoglienza, vi basterà riflettere anche solo sul caso dell’Open Shop di via Bixio.

Sostieni Rossoparma con una donazione