0
0
0
s2smodern

Asilo bambini giocano assiemeUn punto cardine della discussione assembleare di ieri ha riguardato la tabella Isee che “domina” la distribuzione delle rette negli asili comunali. Il dibattito prosegue da anni, e anche da questo punto di vista il ruolo della donna è scarsamente tutelato: uno dei presupposti, non ingiustificato, è che rette molto salate costringano le donne che hanno compiuto la scelta della maternità a restare a casa a fare le mamme full-time a tutto svantaggio di legittime aspirazioni professionali.

In altre parole, se il Comune di Parma ti fa sganciare per i marmocchi una cifra equivalente al tuo stipendio, è facile che in famiglia si valuti la possibilità di comminarti la pena degli “arresti domiciliari”, per così dire.


Consiglio comunale2018 Fabrizio Pezzuto intervista BUONA“ Il tema è da sempre uno dei nostri temi cardine, anche come Parma Unita – ci spiega Fabrizio Pezzuto, che abbiamo intervistato durante una pausa dei lavori consiliari -, ed è un tema di grande interesse. L’idea della mozione parteda un assunto semplice, abbiamo tutti convenuto che le rette nella città di Parma sono alte, e lo sono in tante diverse fasce: nel 2017 è successo qualcosa di nuovo, e cioè è arrivato un finanziamento del Governo, per la prima volta, che a Parma si è strutturato in un introito di 1 milione e 100 mila euro. Questo finanziamento era destinato al contenimento o ad interventi sulle rette. Ciò che abbiamo chiesto è di utilizzare questo finanziamento per poter modulare le rette. Nella mozione parliamo della fascia più alta, ma non perché sia nostra intenzione agevolare i ricchi quanto perché è quella che oggi è più fuori dalle medie regionali. Sostanzialmente ci è stato risposto che, essendo cresciuti i costi, il milione e centomila euro si è trovato fortunosamente a coprire questi maggiori costi: abbiamo contestato questa affermazione, perché riteniamo che ad oggi non sia chiara la struttura dei costi, e che quindi ci fossero dei margini per poter intervenire. Il tema vero è comunque che riscontriamo sempre più spesso una voglia di non muoversi, di non prendere mai decisioni anche coraggiose: anche quando uno Stato, un Governo italiano, che ha sempre fatto poco, decide di destinare dei fondi il Comune di Parma dice no, perché forse l’anno prossimo non ci saranno. Di fatto mantiene uno status quo che vedremo riproporsi in tante questioni attinenti a questo Bilancio”.


Parma Unita Fabrizio Pezzuto sorride intervistaChe poi...ricchi. Ricchi un cavolo. Pier Paolo Eramo, che nella vita civile fa il Preside (o Dirigente Scolastico che dir si voglia), in sede di discussione della mozione presentata anche da Jacopozzi, Campanini, Lavagetto, li ha definiti “i miei due insegnanti con figli”, a sottolineare come in realtà ad essere colpite non siano le coppie di detentori di yacht, ma quelle di insegnanti (come fascia di reddito) di ruolo con un paio di marmocchi sul groppone. La soluzione? Quella prospettata qualche riga sopra: mamma a casa, con tanti saluti agli anni spesi a preparare Concorsi e a scalare graduatorie.
Per smarcarsi dagli interventi delle opposizioni, quella gran bella persona della Laura Rossi ( LEGGI DEI DISABILI A PARMA DEL SUO PROGETTO DI FAR PAGARE AI DISABILI I SERVIZI ) ha rimandato alla legge nazionale, che a suo dire impedirebbe agli enti pubblici l’adozione di parametri differenti da quello dell’Isee.
“ Il tema toccato nella risposta dall’assessore Laura Rossi è antico – ci dice Fabrizio Pezzuto -: l’Isee non si può toccare, ma quella che poniamo noi è un’altra questione. L’intervento non deve avvenire sull’Isee ma dopo l’Isee: quello che chiediamo al Comune è di lavorare sul risultato secondo. E’ una polemica antica, smentita però da altri Comuni, che hanno fatto dei correttivi rispetto a quella che è l’applicazione finale dell’Isee”. Volendo si potrebbe, ma ricordiamoci che siamo a Parma: si trovano più volentieri soldi per Fedez che per gli asili pubblici, è un fatto.

PER APPROFONDIRE LEGGI DELLA MOZIONE SUI FONDI EUROPEI

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA IN VERSIONE INTEGRALE

LEGGI DELLA MOZIONE SU SPAZI AD ASSOCIAZIONI E SENZATETTO

LEGGI DELLA MOZIONE SULLE LUDOPATIE

Sostieni Rossoparma con una donazione