0
0
0
s2smodern

Commissione Urbanistica2017 sala cultura dirigenti IUna seduta di natura tecnica e dal carattere interlocutorio, quella di ieri, in sala Cultura. Alla presenza dell’assessore all’Urbanistica Michele Alinovi e dei dirigenti comunali, i Consiglieri Lorenzo Lavagetto, Cristian Salzano, Maurizio Campari, Sebastiano Pizzigalli e Roberto Schiaretti, hanno cominciato a prendere visione delle varie osservazioni giunte in merito o ad eccepimento del PSC.
LEGGI DELLA COMMISSIONE CHE HA PRESENTATO IL PSC
In parole povere succede questo: un Comune presenta il piano “generale” dello sviluppo di un territorio, i vari attori in campo (enti pubblici, aziende, singoli proprietari terrieri e/o immobiliari) hanno un lasso di tempo per eccepire, e quindi per presentare al Comune una propria “osservazione”. Di queste alcune vengono ritenute incongrue, ed è proprio da queste, da quelle con proposta di rigetto parziale o totale, che è iniziato il dibattito ieri sera.
Alcune sono state rigettate per vizio di documentazione, che è stata presentata in forma lacunosa magari per “provarci”, altre per una evidente impercorribilità della proposta: case di valore storico nella cultura agricola del nostro territorio che i proprietari provavano a derubricare a case comuni per poterne determinare gli spostamenti e/o parziali demolizioni.

Commissione Urbanistica2017 sala cultura dirigentiAltre invece sono nate con una vocazione ma poi sono state “travolte” dell’incedere dei decenni o dell’economia: è il caso per esempio della Pagani di Panocchia, il cui caso è stato trattato.
Insomma, una diapo dopo l’altra è iniziata l’analisi della documentazione, terminata la quale, approvate o rigettate le osservazioni, il PSC diventerà a tutti gli effetti operativo.

LEGGI DELLA SENTENZA DEL TAR SULLA BRETELLA DA FIERE AD AUTOSTRADA

Sostieni Rossoparma con una donazione