0
0
0
s2smodern

Il Consiglio comunale è iniziato regolarmente alle ore 15, come di consueto l’ordine dei lavori prevede interrogazioni, comunicazioni alla o della giunta e quindi parte deliberante (che è poi quella che prevede il voto).

Il programma dei lavori? E chi lo sa! ( LEGGI )
INTERROGAZIONI:
Consiglio comunale2017 PD Sandro Maria Campanini intervento ICAMPANINI SU STRUTTURE IN ABBANDONO NELL’AREA EST: “il tema è su due strutture che non appartengono al Comune di Parma, ma che da anni versano in stato di abbandono. Una è l’ex Aiazzone, e l’altra è la palazzina di fronte al capolinea del 3, che oggi è uno scheletro di cui non sappiamo il destino”. Campanini chiede se non sia possibile ipotizzare un abbattimento dell’ex Aiazzone per un recupero ambientale, e in generale chiede notizie su ipotesi future.
Michele Alinovi risponde, rispetto all’ex Aiazzone: “è stato presentata una Scia nel 2013 e una variante nel 2017, per l’istallazione di attività di tipo commerciale. Ci sono tutti gli strumenti per recuperare quest’area privata, l’amministrazione ha fatto tutto ciò che poteva nella propria azione di facilitazione”.
L’altro edificio? “Il titolo edilizio è scaduto nel febbraio del 2017, la società non è fallita ma si è semplicemente fermata: hanno difficoltà nella vendita degli appartamenti”.
Il solito vecchio gioco di alcune imprese edili: iniziano a costruire anche se Parma è da anni in esubero abitativo, poi vanno in Comune a piangere chiedendo una variazione del titolo per poter ottenere un uso commerciale. L’amministrazione finge di allargare le braccia per salvare la collettività dal degrado. Questi anni di renzismo allargato (a Pizzarotti, come minimo), care compagne e cari compagni, lasceranno solo macerie, dietro di noi.
Campanini in fase di replica : “va bene il titolo edilizio, ma l’edificio è fermo da anni ed anni. Mi auguro che il privato concluda l’opera”.

FABRIZIO PEZZUTO E LORENZO LAVAGETTO SU PARTITE DEL PARMA: diverse famiglie delle scuole della zona Stadio hanno lamentato disagi in concomitanza delle partite, non riconducibili alla “parte tifoseria” quanto alla politica di chiusura delle strade, che di sabato parte dalle ore 14. Ovviamente questo ha determinato difficoltà nella gestione famigliare non incontrate in precedenza, l’invito di Pezzuto e Lavagetto è di trovare soluzioni.
Cristiano Casa: “lo stadio Tardini è al suo posto da 93 anni, e da quando il Parma è in serie A le misure sono più o meno le stesse. Le ordinanze, peraltro, arrivano dalla Questura”, afferma Cristiano Casa, che ne annuncia un inasprimento standard per le questioni riconducibili al terrorismo. De deriva un diniego rispetto alla richiesta di misure meno aspre arrivata dai residenti.
Fabrizio Pezzuto chiede di ipotizzare diverse misure per consentire la vivibilità di chi ha i figli a scuola.
Consiglio comunale2017 Lega Nord Carlotta MaruLEGA NORD SU DEGRADO AL FALCONE BORSELLINO: Carlotta Marù legge l’interrogazione in realtà redatta come gruppo consiliare. I leghisti si dicono contattati da non meglio precisati residenti, e si fanno latori dell’insoddisfazione profonda rispetto a spaccio a cielo aperto, a musica a tutto volume e in generale ad un uso poco civile dell’area. La Marù elenca una serie di episodi risalenti agli ultimi mesi. La Consigliera parla come una telefonista di un call center, a dirvi la verità impappinandosi di quando in quando, forse non ricordando che lo scopo ultimo di un’interrogazione è proprio quella di essere capiti dai cittadini.
Cristiano Casa risponde che il Falcone e Borsellino ha evidentemente dei problemi, ma l’assessore dichiara che il parco è in continuo monitoraggio grazie a controlli della Municipale e della Questura, i cui membri dialogano anche con i cittadini ivi residenti. I controlli quotidiani si abbinano a controlli congiunti con cadenza almeno bisettimanale.
Il tema delle aggregazioni giovanili? “I soggetti coinvolti nello sparo con pistole ad aria compressa sono stati tutti identificati e sanzionati”. Casa si dice convinto che la strada giusta sia continuare su questa falsariga.
La soluzione proposta da Cristiano Casa? “Occorre far vivere queste zone anche di notte”, afferma l’assessore con delegata alla sicurezza.
La Marù si dichiara parzialmente soddisfatta, nel senso che l’invito alla giunta è di fare di più.

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner