0
0
0
s2smodern

ZFoto Commissione Bilancio2017 DiapoAlla faccia del “abbiamo alcune controversie in essere con qualche consulente”!!! La frase, buttata lì en passant dall’ineffabile assessore al Bilancio Marco Ferretti durante l’ultimo Consiglio comunale ma non durante la Commissione tenuta solo alcuni giorni prima ( LEGGI ), si riferiva verosimilmente a Federico Faccini.
Ma come? Un’intera commissione dedicata ai bilanci di Ade (cimiteriale) e alle dismissioni di Alfa, e non una parola ai Consiglieri sulla scomparsa di 576 mila euro?
Sì, è accaduto questo: Federico Faccini, 54enne parmigiano, incaricato dall’amministrazione Pizzarotti (perché le partecipate sono sempre di nomina sindacale, che sia chiaro) per la gestione dei rapporti con le banche e per la consulenza finanziaria in generale, è sparito con quella cifra. Dal suo punto di vista un ottimo affare: a quell’età e in talune zone della terra ci puoi invecchiare alla grande.
La Procura di Parma gli contesta la truffa aggravata, in estrema sintesi di aver saccheggiato i conti correnti della partecipata del Comune, trasferendo la somma sui conti di una società riconducibile a se stesso, la Authority Spa.
La parte curiosa è che quando allo stesso Faccini vennero contestate le assunzioni pilotate in Stt qualcuno gridò alla persecuzione nei confronti dei pizzarottiani (proscioglimento per Barbara Piermarioli, Massimo Vento, Chiara Casalini e per lo stesso Federico Faccini) , e questa in realtà è una delle parti tristi del denunciare delle cose in una città con “livelli intermedi” degli organismi istituzionali dalla sostanziale irrilevanza etica e dalla nessuna indipendenza interiore rispetto ai vertici. Sono degli zerbini, e nulla di più: la loro funzione è guardarti storto e dire male di te quando alzi il ditino per obiettare.
Comune di Parma Stu Authority insegnaQual è il punto? Che se in una città si abdica al ruolo di sorveglianza sulla leadership e sulle scelte che compie, di Faccini ti ritrovi pieno. Marco Ferretti ( ma anche chi ha originariamente proposto la candidatura tempo fa), avesse una coscienza, dovrebbe porsi una qualche domanda rispetto all’opportunità di togliere il disturbo.

RISVOLTI ELETTORALI: un aspetto particolarmente interessante della vicenda Faccini riguarda l’onestà con cui le azioni vengono svolte in questa città. I fatti contestati, l’operazione di trasferimento di liquidi dal conto della Partecipata del Comune di Parma ad una società creata dallo stesso consulente di Ferretti e Pizzarotti, sono del 12 giugno di quest’anno. Quindi in piena campagna elettorale.
Chi si è permesso di decidere che questa non fosse un’informazione da dare all’elettore parmigiano? Un consulente piazzato lì dall’amministrazione degli onesti, contratto di 4 anni fa rinnovato puntualmente di anno in anno, aveva provato a saccheggiare il fortino, riuscendoci pure. Non era un tema da affrontare PRIMA della tornata elettorale? No, quando il candidato è appoggiato da certa gente la risposta pare essere no.

LA NOTA DEL COMUNE DI PARMA: riceviamo una nota del Comune di Parma, di fronte alla quale come sempre non si sa mai se ridere o piangere. La pubblichiamo integralmente, ovvio, ma anticipando le due obiezioni principali (sono parecchie, ci limitiamo a due).
La prima: è evidente che la somma sia stata recuperata. Non c’è un modo al mondo per cui questo non sarebbe potuto accadere, visto che, al massimo, gli amministratori e gli enti sono coperti da polizze assicurative ad hoc. Molti ricorderanno quando Ubaldi fece istituire un’assicurazione proprio su sindaco e giunta, un po’ di anni fa. Quindi che la somma sia stata recuperata non costituisce in alcun modo una notizia degna di nota.
La seconda: questa “defecata” che i soldi non erano del Comune di Parma ma della sua partecipata ha veramente stufato. I conti di una partecipata al 100% del Comune di Parma sono talmente soldi del Comune stesso che nel recente passato l’assessore Marco Ferretti non si è fatto alcuno scrupolo nella vendita di azioni Iren per sanarne i “buchi” in Bilancio. L’ufficio stampa del Comune di Parma potrebbe cortesemente agire in difesa dei cittadini e non degli amministratori? Perché l’impressione è che ormai siano poco più che addetti stampa personali pagati però con il denaro di tutti i parmigiani: forse è opportuno un ripensamento di ruoli e funzioni. Che rendano invece conto del perché hanno nominato nel ruolo uno come Federico Faccini, che è quanto devono spiegare ai contribuenti.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:
In merito all'articolo apparso sulla Gazzetta di Parma del 3 ottobre dal titolo "Consulente fugge con i soldi del Comune", il Comune di Parma fa presente che l'informazione fornita è parziale, in quanto la somma in questione è stata integralmente recuperata e soprattutto in quanto i soldi non erano del Comune di Parma.
Alla notizia della sparizione del consulente Federico Faccini, che non operava infatti per il Comune, ma per la partecipata Stu Authority, la società ed il Comune di Parma si sono immediatamente attivati con le autorità competenti e con l’istituto di credito, che ha proceduto alla refusione integrale della somma indebitamente sottratta dal Faccini, pari a 576.000 euro, con valuta retrodatata al giorno dell'ammanco.
Pertanto Stu Authority, e indirettamente il Comune di Parma, non hanno subito alcun danno finanziario da tale vicenda.
Fermo restando, quindi, il recupero già avvenuto, si confida ora nell’azione delle forze dell'ordine e della giustizia affinché sia fatta totale chiarezza nel più breve tempo possibile.

FABRIZIO PEZZUTO: “CAMPANELLO D’ALLARME PER LA GESTIONE DEL “GRUPPO PARMA””

Prosciugati i conti di Stu Authority, il consigliere Pezzuto (Parma Unita Centristi): “Giovedì in commissione Bilancio chiederò di relazionare su quanto è avvenuto”

La sottrazione di 576 mila euro dalle casse della Stu Authority rappresenta un fatto di gravità eccezionale, soprattutto considerando che il crimine è stato commesso da un collaboratore esterno, nominalmente assunto, secondo indiscrezioni di stampa, come “consulente finanziario”.
Come consigliere comunale sono altresì stupefatto nell'apprendere di questo consistente ammanco dai giornali, nonostante, a quanto ho potuto leggere, la questione sia “esplosa” già a metà giugno.
Considerato che dopodomani, giovedì 5 ottobre, è convocata la Commissione “Bilancio e Partecipate” per analizzare il Bilancio 2016 di Stt Holding Spa è mia intenzione chiedere di vedere tutti i documenti relativi a questo caso in modo da provare a rispondere ad alcune questioni che in questo momento sono sul tavolo ed ho già chiesto che sia presente anche il Liquidatore di Stu Authority. Pur prendendo atto con sollievo che il denaro sia stato in qualche modo rifuso dalla banca, rimangono aperti diversi interrogativi: è stata fatta una verifica sulle operazioni messe in atto dal consulente in questi anni? E’ normale che nelle partecipate operino consulenti con compiti cosi delicati? Non c’era personale dipendente che si potesse occupare della tesoreria? Che mansioni ha il consulente ? A chi rispondeva? Come è stato selezionato? Quando è stato scoperto l’ammanco e come ? Come è la procedura per il controllo della cassa/banca? Gli istituti bancari non hanno segnalato alcuna anomalia nei flussi in uscita? E’ possibile prevedere la doppia firma per operazioni finanziarie di importi elevati?
Indipendentemente dal risarcimento già avvenuto, quanto successo può e deve essere interpretato come un campanello d'allarme rispetto all'intera gestione del cosiddetto “Gruppo Parma”. È del tutto evidente che in questa vicenda vi sia stato a un qualche livello un mancato controllo, le cui conseguenze oggi non possono che essere definite preoccupanti. La speranza è che si tratti di un fenomeno isolato e isolabile, ma a questo punto ritengo più che doveroso esaminare a fondo le diverse questioni e mettere in atto tutte le strategie e le procedure necessarie affinché questo fatto non si ripeta più.

Fabrizio Pezzuto
Parma Unita Centristi

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner