0
0
0
s2smodern

Forbici minacciaUna campagna elettorale divertente, quella del sindaco Pizzarotti, passata a minimizzare il tema della sicurezza, quasi fosse una speculazione politica sorta per le elezioni e che le elezioni si sarebbe portata via. Ed invece no, perché ieri, intorno alle 17.30, le volanti della Questura di Parma sono intervenute in Piazza Ghiaia a seguito di segnalazione di una persona in escandescenza armata di forbici. Vorremmo anche informare "A Seventh of Mayor" di un fatto: il Comune di Parma ce l’ha già un Delegato alla Sicurezza, il suo nome è Gaetano Noé. E’ proprio la funzione in virtù della quale è stato assunto e viene pagato.
Da quanto ricostruito, il soggetto è stato notato da uno dei negozianti della piazza mentre con le forbici in mano stava simulando il gesto di infrangere una vetrina. A quel punto si è diretto verso il proprietario del negozio con ancora le forbici in mano, chiedendo insistentemente al proprietario dell’attività di accedere all’interno nonostante il negoziante si rifiutasse, invitandolo ad allontanarsi. All’arrivo degli agenti la persona segnalata è stata rintracciata nei pressi del supermercato Conad. Questi, alla richiesta di fornire le proprie generalità ha dapprima inveito verbalmente contro gli operatori e successivamente fornito loro false generalità. Per tali motivi è stato accompagnato presso gli uffici della Questura per procedere alla sua identificazione.
Gli accertamenti hanno permesso di identificare l’uomo per I. S. classe ’61, attualmente senza fissa dimora, pregiudicato.
A seguito di quanto accertato ed in considerazioni dei fatti accaduti, l’uomo è stato deferito all’A.G. a piede libero per i reati di: porto di oggetti atti ad offendere, rifiuto di indicazioni e falsa attestazione a Pubblico Ufficiale sulla propria identità personale.
I negozianti della Ghiaia piuttosto che di altre zone devono convivere con questo clima, e sarebbe ora di comprendere che la considerazione in sé stessa non è né pre-elettorale che post-elettorale, ma un dramma silenzioso e quotidiano.

Sostieni Rossoparma con una donazione